Morto sul lavoro a Figline: operaio di 58 anni schiacciato da un muletto

Il dolore dei colleghi, dei sindacati e delle istituzioni


Firenze Ancora una vittima sul lavoro: questa volta a Figline Valdarno e si tratta di un uomo di 58 anni rimasto schiacciato da un muletto. Grande dolore dei colleghi, dei sindacati e delle istituzioni.

“Voglio esprimere- ha detto il presidente dell’assemblea legislativa toscana Antonio Mazzeo - il cordoglio di tutto il Consiglio regionale della Toscana e la mia vicinanza alla famiglia dell’operaio”.

“La sicurezza sul lavoro deve essere garantita, si tratta di un diritto assoluto e non negoziabile – ribadisce Mazzeo - non si può morire mentre si svolge la propria attività. E’ inaccettabile che nella nostra Toscana, impegnata sul fronte della sicurezza e della prevenzione, in solo una settimana si siano registrati sei incidenti sul lavoro, due dei quali mortali. Mai come in questo periodo di difficoltà estrema serve fare uno sforzo eccezionale da parte di istituzioni, parti economiche e sociali perché lavoro, sicurezza e salute possano essere garantite a tutte e tutti i cittadini della Toscana”.

Redazione Nove da Firenze