Monti: "Lo Stronzo non è sconfitto ma stare a casa che gioia..."

Coronavirus: il presentatore fiorentino dopo 28 giorni di ospedale racconta il forte impatto con i suoi affetti più cari. La foto dei suoi gatti Red e Pepe


Gianfranco Monti dopo 28 giorni di ospedale per Covid è tornato a casa ma la sua lotta non è terminata. Usa sempre l'ossigeno perché si porta  dietro la polmonite. Ma sentiamo le sue parole, che ha affidato a Facebook assieme a due foto tra cui una dei suoi due gatti Red e Pepe.

"Buongiornoooooo...buongiorno amici. Essere a casa è una sensazione indescrivibile, bellissima. Devo dire che pensavo di scrivervi prima invece l’impatto con la casa è stato davvero forte, ho avuto bisogno di qualche ora in più. Non ci siamo mai nascosti nulla e così sarà. Allora “Lo Stronzo” non è sconfitto, sta dentro la polmonite che mi porto appresso, ma con il mio fido ossigeno che sta con me, medicine varie, ma soprattutto la forza della casa, sarà più facile da uccidere. Detto questo...mamma mia amici. Se penso al giorno dell’uscita, mi prendete per matto, e probabilmente lo sono, ma uscire da lì...avevo paura. Una follia vero? Ma era così. La voglia di correre a casa dopo 28 giorni di ospedale, e aver paura di uscire. In quei 5mt di stanza, mi sentivo protetto. Salutare velocemente i “miei ragazzi”, scendere, salire in ambulanza, fare il tragitto verso casa e cercare di capire come gestire l’impatto, che pensavo forte, ma era impossibile da immaginare quanto poi lo sarebbe stato realmente trovarsi di fronte la persona che ami che è lì che ti aspetta...ufff...mamma mia che botta ragazzi. Non trovo un aggettivo adatto per descriverlo, ma questo scusate lo stringo gelosamente a me. Insomma un turbine di emozioni davvero potenti, che ancora ho. Il pensiero alle persone che stanno ancora là dentro in trincea non mi fa stare bene. Non riesco a non pensarci. Dobbiamo, dovete continuare a spingere con quella potenza con cui avete spinto per me, anche per loro. Avete una tale forza di energie positive che non vi rendete conto siete fantastici. Leggo sempre tutti i vostri messaggi e non finirò mai di ringraziarvi. Mi raccomando proteggetevi proteggetevi usiamo la testa. È l’unico modo che abbiamo per sconfiggere “Lo Stronzo” Ps. Avete conosciuto Teresa adesso vi presento i miei bimbi pelosi che amo alla follia...Red e Pepe. @ Florence, Italy".

Redazione Nove da Firenze