Montelupo, dalla Regione 100mila euro per la nuova rotatoria: il progetto

L'incrocio fra via della Costituzione, via Primo Maggio, S.S. 67 è tra i più transitati: passano ogni giono più di 12mila veicoli. Una volta realizzata la rotonda, verrà tolto il misuratore stradale. In arrivo anche una pista ciclabile


Nel febbraio scorso la giunta comunale di Montelupo Fiorentino aveva approvato il progetto per la realizzazione della rotonda all’incrocio fra via della Costituzione, via Primo Maggio, S.S. 67. Il tratto è fra i più transitati - ogni giorno passano di lì circa 12.000 veicoli - e fra i più pericolosi in termini di incidentalità.

L’importo complessivo dell’intervento è di 400.000 euro. Il progetto prevede anche la realizzazione di un tratto di pista ciclabile lungo via 1° maggio e la realizzazione, assieme alla rotonda di isole di attraversamento pedonale e ciclabile.

Con questa opera vengono creati collegamenti sicuri fra due lati della città e ciò permetterà a pedoni e ciclisti di raggiungere in totale sicurezza i due edifici scolastici, la zona dove sono situati i principali servizi (comune, distretto sanitario, studi medici) e anche i centri commerciali.

Qualche mese fa il comune ha presentato il progetto alla Regione Toscana, rispondendo al bando sulla sicurezza stradale. Per cui saranno finanziati 52 interventi per complessivi 4 milioni di euro.

Il finanziamento regionale di 100.000 euro consentirà di realizzare in maniera più agevole questa importante opera infrastrutturale che completa il processo di messa in sicurezza della Strada Statale 67 e che il Comune aveva già messo in programma.

Il progetto prevedeva la realizzazione della rotonda a 5 vie all’entrata della frazione di Fibbiana, la piccola rotonda posta su via fratelli Cervi all’incrocio con via 1° Maggio e una rotonda da realizzare più o meno all’altezza del punto dove ora si trova l’autovelox.

Tali infrastrutture si aggiungono a quelle già realizzate nei punti in cui la Statale 67 incrocia via Maremmana, via della Pesa e viale Cento Fiori.

Nel momento in cui anche l’ultima rotonda verrà realizzata, sarà possibile togliere il tanto discusso misuratore stradale all’altezza di via 1° Maggio che in questi anni è comunque servito a rallentare le velocità di percorrenza delle auto: basti pensare che qualcuno in pieno giorno è riuscito a transitare sulla Statale 67 a più di 100 km/h.

«Devo dire  -commenta il sindaco Paolo Masetti - che abbiamo ricevuto proprio una bella notizia dalla Regione Toscana; per due diversi motivi. In primo luogo potremo intervenire per garantire una maggiore sicurezza stradale in un tratto che è intesamente transitato, pur attraversando, di fatto l’abitato di Montelupo.  Nel precedente mandato è stata una nostra prerogativa quella di investire per garantire una maggiore sicurezza e abbiamo tutta l’intenzione di proseguire in questo progetto. Attraverso la realizzazione di infrastrutture (rotonde, ma anche restringimenti di carreggiata, sistemazione di marciapiedi e piste ciclabili), ma anche con campagne di sensibilizzazione.  L’altro elemento che mi pare sia da evidenziare è la capacità di questo comune ad attrarre finanziamenti.  Il restauro dell’ex Fornace Cioni, la sistemazione della viabilità intorno all’area sportiva, i progetti culturali e ora la realizzazione della rotonda: sono solo alcuni dei progetti che possiamo concretizzare grazie a risorse che arrivano dall’esterno», afferma Masetti, che conclude: "Per quanto riguarda l’inizio del cantiere, verrà fatta un'attenta valutazione sui tempi di avvio della costruzione dell'opera in modo da non aggravare la situazione di intenso traffico derivante dalla manutenzione del nostro tratto della FIPILI».

Redazione Nove da Firenze