L’Esercito a scuola: l’inno nazionale spiegato dal Generale Tornabene

un momento della conferenza di oggi

L'iniziativa dell'Istituto Geografico Militare a favore degli studenti dell'Istituto Salvemini-Duca D'Aosta


SUCCEDE A FIRENZE — All’Istituto Salvemini-Duca D’Aosta, questa mattina, circa 200 studenti hanno ascoltato una conferenza di approfondimento storico. Al centro dell’analisi, l’importanza dei simboli e del contenuto del "Canto degli Italiani".

Una mattinata diversa per un approfondimento storico sulla storia d’Italia e sui simboli che l’hanno caratterizzata. Protagonisti gli studenti dell’istituto Slavemini-Duca D’Aosta che hanno assistito ad una lezione a cura del Generale di Divisione Pietro Tornabene, Comandante dell’Istituto Geografico Militare Ente dell’Esercito Italiano. L’appuntamento, che ha coinvolto tutte le classi quinte, è da inquadrare nell’ambito delle conferenze informative, svolte dalla Forza Armata, presso gli istituti scolastici superiori 

Alla presenza del Vice Direttore dell'Ufficio Scolastico Regionale della Toscana, Laura Scoppetta, dopo l’introduzione del Dirigente Scolastico professor Luca Stefani, il Generale Tornabene ha preso la parola illustrando il tema attraverso immagini e contenuti audio. Il testo dell’inno è stato analizzato con la lente di ingrandimento del tempo all’interno delle vicende che hanno caratterizzato la storia del nostro paese anche attraverso figure di rilievo come quelle di Mazzini e Garibaldi.

Finale dedicato all’ascolto dell’inno per coloro che saranno gli adulti di domani. Le note di Novaro hanno echeggiato nell’aula magna della scuola mentre, ancora una volta, le parole di Mameli hanno fatto riflettere. Ancora una volta.

(foto M. Rufino)

Redazione Nove da Firenze