La solidarietà della Toscana ai militari feriti in Iraq

Il presidente Rossi: "Esprimo la nostra sincera vicinanza all'Esercito e alla Marina Militare". Scaramelli (Italia Viva): "Nei giorni del sedicesimo anniversario della strage di Nassiriya il ferimento dei nostri militari assume un peso ancora più profondo". Il sindaco Salvetti telefona al generale


FIRENZE - "Sono vicino ai soldati feriti gravemente in Iraq e alle loro famiglie. Due di loro sono paracadutisti del 9° reggimento d'assalto Col Moschin dell'Esercito di stanza a Livorno. Dobbiamo ringraziare il sacrificio dei nostri militari che supportando le forze che combattono l'ISIS in Iraq contribuiscono a proteggerci dal terrorismo. Esprimo la sincera vicinanza della Regione Toscana all'Esercito e alla Marina Militare". Lo dichiara Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, in merito all'attentato a Kirkuk in Iraq che ha colpito un team di Forze speciali italiane, ferendo cinque incursori impiegati in attività di supporto ai Peshmerga, unità militari del Kurdistan iracheno.

“Solidarietà e vicinanza ai militari feriti nell'esplosione in Iraq”. A dirlo è Stefano Scaramelli, capogruppo Italia Viva in Consiglio regionale, che commenta l’attentato. “Nei giorni del sedicesimo anniversario della strage di Nassiriya - continua Scaramelli - il ferimento dei nostri militari assume un peso ancora più profondo. Il pensiero e la gratitudine vanno ai feriti, ai loro familiari, e alle donne e agli uomini delle nostre Forze armate che ogni giorno mettono il dovere prima di tutto, anche prima delle loro vite, per la difesa di tutti noi”.

Il Sindaco di Livorno Luca Salvetti e l'Amministrazione Comunale esprimono vicinanza ai militari italiani rimasti vittime di un attacco avvenuto ieri durante una missione in Iraq. Questa mattina il Sindaco Salvetti ha telefonato al Generale Ivan Caruso, comandante del Comando delle Forze Speciali dell'Esercito, il cui quartier generale si trova a Pisa all'interno della caserma “Gamerra”, sede anche del Centro addestramento paracadutismo. Il Sindaco si è informato sulle condizioni dei militari feriti comunicando al Generale la presenza morale dell'intera città di Livorno ed offrendo appoggio e sostegno da parte sua e della Giunta.

Due dei militari feriti, di cui uno in maniera grave, sono di stanza a Livorno.

Redazione Nove da Firenze