Italia Viva in Toscana: debutto ufficiale domenica 17 novembre

Nella sua Enews di oggi 5 novembre Matteo Renzi indica la data, abbraccia Titta Meucci e Stefano Scaramelli poi esalta Stefania Saccardi: "E' venuta con noi anche se personalmente non le conveniva"


Nella sua Enews di oggi 5 novembre, il senatore di Firenze e fondatore di Italia Viva Matteo Renzi indica una data per il debutto ufficiale in Toscana: "Domenica 17 (novembre, ndr) la prima presentazione in Toscana, dove stanno arrivando le prime adesione istituzionali: permettetemi di abbracciare con affetto Titta e Stefano, i primi due consiglieri regionali toscani, due amici con cui abbiamo condiviso pagine bellissime e Stefania che con un gesto di coraggio ha aderito a Italia Viva nonostante personalmente non le convenisse. Ma le idee sono più forti delle convenienze, perlomeno per noi 'vivaci'”.

Titta è naturalmente Titta Meucci, fiorentina, consigliere regionale e già assessore con Renzi in Palazzo Vecchio. Stefano è Stefano Scaramelli, senese, consigliere regionale e presidente della Commissione Sanità. Stefania è Stefania Saccardi, fiorentina, assessore regionale alla Sanità e a suo tempo vicesindaco di Firenze con Renzi primo cittadino.

L'ex premier parla anche della diffusione e delle iniziative del suo nuovo partito: "I sondaggi ci vedono in crescita. Gli iscritti aumentano. Entro novembre pianteremo come promesso i primi diecimila alberi. Crescono i gruppi sui territori e nelle Regioni. E adesso iniziamo anche un po’ a girare il Paese. Venerdì 15 novembre saremo a Torino per annunciare la prima organizzazione provvisoria della nostra Casa: saremo al Teatro dei Ragazzi in un evento che vi invitiamo a seguire in diretta Facebook. Poi sabato 16 saremo in un bagno di folla a Catania per la prima presentazione siciliana (dove lanceremo i temi della continuità territoriale e parleremo anche dei costi dei trasporti, guardate questo tweet di Luca Sammartino)".

Poi le già citate parole sulla Toscana e infine un accenno a Fiorello: "Fatemi dare anche un abbraccio a Fiorello che sta tentando di lanciare il bel progetto di RaiPlay (bravo Antonio Campo dall’Orto che ideò questo utile strumento qualche anno fa). E ha iniziato prendendomi subito in giro. Ma lasciatemi dire che Fiorello per me è un gigante. Lo considero un mito fin dai tempi dei Villaggi Valtur. E può farmi tutto. Cioè: quasi tutto, dai! Viva RaiPlay".

Redazione Nove da Firenze