Incidente stradale: la moto coinvolta risulta rubata

Il motociclista coinvolto si rialza e fugge a piedi


I Carabinieri dell’aliquota operativa di Scandicci hanno tratto in arresto un giovane straniero coinvolto in un incidente stradale a bordo di una motocicletta rubata.

Nel corso del pomeriggio di ieri, nel tratto di via Pisana che ricade sul comune di Scandicci, si è verificato un incidente, all’apparenza banale, tra una moto di grossa cilindrata ed una macchina. La motocicletta, che procedeva a forte velocità, ha tagliato la strada all'autovettura, i veicoli si sono toccati ed il motociclista è finito a terra. All’incidente ha assistito un carabiniere, libero dal servizio, dell’Aliquota Operativa di Scandicci che immediatamente si è avvicinato per prestare il primo soccorso al motociclista rimanendo sorpreso quando quest’ultimo, insanguinato dalle ferite riportate nella caduta, ha provato prima a rialzare la moto per poi darsi alla fuga a piedi. Il Carabiniere, intuito subito che il ferito avesse qualcosa da nascondere, si è lanciato al suo inseguimento per poi bloccarlo poco dopo. Una volta fermato sono stati avviati gli accertamenti che hanno permesso di appurare che la moto era provento di furto commesso a Lastra a Signa alcuni giorni fa. Il fermato, R.M.C.L., giovane appena diciottenne originario del Guatemala.
Finiti tutti gli accertamenti il giovane, con precedenti analoghi di furti e ricettazione di motocicli, è stato arrestato e portato al carcere fiorentino di Sollicciano.

Redazione Nove da Firenze