Rubrica — Siena Calcio

Il Siena va: Cuneo battuto

Il Siena risponde alla vittoria del Livorno. Risolve Iachipino


Il Siena vince ma non convince. Con tanto sudore, per il caldo, ma con sforzo quasi minimo porta a casa il bottino pieno contro un Cuneo partito bene ma che, alla distanza, complice anche l’inferiorità numerica, perde velleità. A due turni dalla fine, la situazione in vetta rimane invariata. Il Livorno è a più due e vede il sole.

Appunto il sole. E’ estate a Siena. 32 gradi accolgono le squadre in campo. I tifosi bianconeri cantano “che bello è andare allo stadio per vedere la Robur”. In realtà, hanno gli occhi al rettangolo verde e le orecchie alla radio da dove giungono notizie su Arzachena-Livorno.

Primo tempo avaro di emozioni. Da ricordare solo il grande gol di Iachipino che si inventa un tiro da cineteca che si insacca all’incrocio dei pali alla sinistra del portiere del Cuneo.

Secondo tempo decisamente più vivo. Al minuto 11 grandissimo Pane che dice di no, di piede, ad un colpo di testa degli ospiti. Sul rovesciamento di fronte, azione del Siena con Santini per Marotta che colpisce la traversa. Dopo un paio di minuti, lo stadio esulta: ad Olbia, l’Arzachena ha pareggiato. Siena e Livorno sono in questo momento a pari punti. La gioia dura poco. Il Livorno è ancora avanti. Intanto, nella città del Palio, il match scorre senza vibrazioni. Al 35’ ospiti in inferiorità numerica: Cristini A. va a fare la doccia in anticipo perché colpevole di un fallo di reazione su Santini. Al 40’ allontanato anche mister Mignani reo di reiterate proteste. Finisce così: 1-0.

Lotta ancora aperta a 180 minuti dalla fine del campionato. Il Siena non mollerà. I tifosi canteranno ancora: sarebbe più bello "andare allo stadio a vedere la Robur"….in B.

nella foto tifosi del Siena

Siena Calcio — rubrica a cura di Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro

Giuseppe Saponaro — Pugliese di origine e senese di adozione è giornalista pubblicista, operatore dell'informazione nel pubblico impiego e scrittore

E-mail: tonio.saponaro@virgilio.it