Il ritorno della Biennale Enogastronomica Fiorentina

Biennale Enogastronomica Fiorentina

La 4^ edizione, dal 10 al 30 novembre 2014, animerà al Tepidarium un calendario di iniziative all'insegna della buona tavola


Dal 10 al 30 novembre torna la Biennale Enogastronomica Fiorentina, quarta edizione di una manifestazione ideata da Confesercenti Firenze con la direzione artistica del giornalista Leonardo Romanelli ed il contributo della Camera di Commercio di Firenze, nata per valorizzare la cucina tradizionale fiorentina e i suoi prodotti tipici.

Durante i 21 giorni si alterneranno in locali, ristoranti, piazze e palazzi storici di Firenze eventi dedicati alla buona tavola, per un calendario ricco di festival, spettacoli, itinerari del gusto, mercati, degustazioni e cene capace di trasformare la città gigliata in un luogo di incontro e di cultura enogastronomica nazionale.

Come per ogni edizione sarà valorizzato uno spazio cittadino di indubbia bellezza: la suggestiva serra ottocentesca del Tepidarium del Roster, all'interno del Giardino dell'Orticoltura offrirà una scenografia perfetta ai molti appuntamenti in calendario.

Riflettori accesi sul mondo del vino con eventi del calibro di Life of Wine, dedicato al connubio “vino-tempo” con un percorso scandito dall'assaggio di annate storiche, o come God Save The Wine, rinomato evento vinicolo cittadino che per l'occasione proporrà l'assaggio di vini abbinati alle eccellenze gastronomiche locali, o ancora Bollicine di Toscana, omaggio alle aziende che in Toscana realizzano vini frizzanti sia con Metodo Classico che con metodo Charmat, e Florence Wine Event, kermesse dedicata al mondo enologico, ma non solo, con olio e prelibatezze gastronomiche.

Tra gli eventi dedicati al grande pubblico merita menzione Cucine di Strada, tributo allo street food italiano e internazionale e alla buona birra artigianale italiana con espositori provenienti da tutta Italia e persino dall'estero, il Mercato della Biennale, che abbraccerà Piazza Santa Maria Novella proponendo una selezione di eccellenze enogastronomiche ed artigiane della tradizione toscana e non, e ancora L'Elba si racconta, occasione unica per conoscere le migliori tipicità dell’isola toscana.

Fra le numerose iniziative protagonista anche il gelato con eventi dedicati come Il Gelato della Biennale, con alcuni dei più noti mastri gelatieri fiorentini riuniti nell’Associazione Gelatieri Artigiani Fiorentini, chiamati a realizzare il “Gusto Biennale”: una nuova golosa creazione ispirata al periodo che potrà essere assaporata per tutta la durata della rassegna.

Come da tradizione, per l’intera durata della rassegna si svolgerà l’iniziativa Un Piatto tipico al ristorante: nei ristoranti fiorentini la possibilità di riscoprire alcuni “piatti della memoria”, preparazioni e ricette legate alla tradizione culinaria cittadina in molti casi ormai introvabili.

Un calendario che non dimentica la solidarietà con un appuntamento benefico organizzato per i bisognosi della Caritas Firenze, che vedrà i ragazzi dell’Istituto Alberghiero IPSSAR Buontalenti di Firenze impegnati nella realizzazione di un pranzo speciale per gli ospiti della mensa di Piazza SS. Annunziata; o come la cena di beneficenza per la raccolta fondi dedicata alle attività commerciali della città di Genova duramente colpite dalle recenti alluvioni.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina al mercato di Sant’Ambrogio alla presenza, tra gli altri, di Giovanni Bettarini, assessore allo Sviluppo economico, turismo e città metropolitana, Leonardo Romanelli, direttore artistico della Biennale enogastronomica fiorentina, Santino Cannamela, presidente regionale Fiepet (Federazione italiana esercenti pubblici e turistici), Nico Gronchi, presidente provinciale Confesercenti Firenze e Gerri Martinuzzi, dirigente area Promozione della Camera di Commercio di Firenze. “Un’occasione speciale di promozione della città in un luogo particolare come il Tepidarium del Roster – ha detto Bettarini - Con questa Biennale enogastronomica la vocazione a valorizzare angoli straordinari di Firenze si unisce alla promozione delle eccellenze del cibo e del vino con eventi davvero interessanti e suggestivi. Tre settimane dedicate a un settore di grandissima importanza per il nostro turismo che è quello della specialità, dell’eccellenza e della qualità. Anche in vista di Expo2015 – ha concluso Bettarini – dobbiamo puntare su iniziative come questa per trovare gli strumenti giusti di promozione e attrarre visitatori da Milano a Firenze”.

Redazione Nove da Firenze