Ieri sera al al Tuscany Hall lo spettacolo 2019 di Laba Firenze

Fotografie di Emma G. Novelli

La sfilata di fine anno accademico della Libera Accademia di Belle Arti, con la presentazione la capsule collection dedicata alla montagna frutto della collaborazione con Dainese e del supporto tecnico di Lectra


Manuel Pasqual, capitano dell’Empoli, è stato il testimonial del Fashion Show della Libera Accademia di Belle Arti di Firenze. Ieri sera la sfilata di fine accademico al Tuscany Hall ha presentato 110 outfit, ideati e realizzati dagli studenti del terzo anno dell’indirizzo di Moda sul tema sportivo. “Sport Spirit” era infatti il titolo su cui si sono cimentati 21 allievi italiani e sei cinesi.

Le mini-collezioni uomo-donna sono state esibite a mille spettatori, tra ospiti istituzionali, docenti, sponsor e aziende partner, oltre ad amici e familiari. In rappresentanza del Comune di Firenze Tommaso Sacchi, capo della segreteria dell'Assessorato alla Cultura.

I modelli e le modelle della Fashion Concept hanno sfilato, indossando soluzioni futuristiche, piuttosto che provocatorie silhouette, sotto lo show managemet del vicedirettore della Laba di Firenze, Domenico Cafasso e della coordinatrice del dipartimento di Fashion Cristina Cacioli e del professor Orazio Lo Presti, direttore artistico della scuola. La serata è stata aperta dalla proiezione di video 3D, realizzata dagli insegnanti Niccolò Poggi, Andrea Gozzi e Fabio Del Naia.

L’occasione ideale per il lancio della capsule collection dedicata al mondo della montagna, in collaborazione con il marchio Dainese e Lectra. Una collezione originale donna e bambino, sviluppata dagli studenti per il dopo-sci. Premiate due allieve per la parte “stile” e la “modellistica”, con uno stage in Dainese e la concessione, per un anno, di licenze Lectra per la creazione di figurini e la gestione dei modelli, con una specifica sessione di formazione. Il premio “Modellistica” di Lectra (che prevede la concessione di una licenza Lectra e una specifica sessione di formazione) è andato a Nadia Bastianoni, che si è aggiudicata anche uno stage in Dainese. Altro stage in Dainese anche per la studentessa Irene Tacchi: a lei è andato anche il secondo riconoscimento di Lectra, il premio per la sezione “Stile”. Un terzo premio a sorpresa è infine andato a Virginia Ragazzini, che potrà svolgere uno stage in Dainese per conoscere più da vicino strategie e approccio creativo del brand.

La serata ha consentito a Laba di Firenze di salutare e ringraziare i propri sponsor, le aziende Fedrigoni (storico produttore di carta per uso grafico) e Probios (leader nella distribuzione di alimenti biologici).

Nicola Novelli