Rubrica — Psicologia - Le realtà invisibili

Gli studi psicologici ​Stra​biliABA a Prato

La nuova sede sarà inaugurata mercoledì 28 marzo 2018


Gli studi psicologici StrabiliABA nelle sedi di Bergamo e Prato, si fondano sul Modello intervento precoce nell'autismo. La sede di Prato che sarà inaugurata mercoledì 28 marzo 2018 vuole essere un progetto di continuità con gli Studi psicologici StrabiliABA operativi già da diversi anni nel territorio bergamasco. L’autismo è un disordine evolutivo complesso su base genetica che determina un'alterazione delle funzioni cerebrali che interessano principalmente, ma non solo, lo sviluppo della comunicazione e la capacità di interazione sociale. Non esiste una cura per l'autismo, tuttavia interventi educativi riabilitativi di matrice comportamentale possono garantire un miglioramento della qualità di vita, sia delle persone affette da autismo, che del contesto familiare e relazionale di cui fanno parte. L'Applied Behavior Analisys è tra i programmi educativi derivati dal comportamentismo quella che ad oggi offre maggiori evidenze scientifiche. Attraverso decenni di ricerca, il campo dell'analisi del comportamento ha sviluppato molte tecniche e protocolli d'intervento per incrementare i comportamenti adattivi e ridurre quelli dannosi o che possono interferire con l'apprendimento. Secondo le linee giuda 21 sull'autismo i principi e le tecniche ABA possono favorire le abilità di comunicazione e sociali (es. gioco, autonomie personali e comunicazione..) e intervenire sui comportamenti problematici (es. autostimolazione, aggressività, autolesionismo...) Il progetto strabiliABA della Dott.ssa Niccolai e della sua equipe (psicologipsicoterapeuti, terapisti ABA) mira a fornire un intervento che si dirama lungo tutte le aree evolutive. Le singole abilità sono suddivise in piccole unità definite in termini osservabili e misurabili. I deficit e i punti di forza vengono analizzati attraverso l'osservazione diretta al fine di ridurre le criticità e rafforzare le abilità. Si parte dall'insegnamento di abilità semplici per arrivare ad abilità più complesse in cui l'obiettivo principale è l'acquisizione di autonomie personali e sociali. Un aspetto innovativo del progetto strabiliABA è che non prende in carico solo l'individuo affetto da Autismo ma anche il contesto relazionale in cui esso è inserito: famiglia e scuola. Sulla base di ciò, una parola chiave di questo progetto è sostenibilità dell'intervento non solo per il bambini ma anche per la famiglia e gli operatori coinvolti. I professionisti dell'equipe (analisti del comportamento, psicologi-psicoterapeuti), attraverso colloqui individuali e di gruppo accolgono, ascoltano e sostengono la famiglia affinché il lavoro di rete determini un incremento delle sue risorse utili ad affrontare le difficoltà. Attraverso un monitoraggio costante, l'equipe del progetto si interfaccia anche con la scuola che è considerata un punto centrale per l'educazione dei bambini con autismo e per l'inclusione sociale.

Redazione Nove da Firenze