Giardino dell’Orticoltura: al via una grande riqualificazione

Nuovi giochi, recupero delle aiuole e ristrutturazioni, ma anche wi-fi e totem informativo. Area giochi Via del Gelsomino, Grassi: "Giardino off limits da sei anni. Ancora per quanto rimarrà chiuso?"


Riqualificazione del giardino, sostituzione dei giochi deteriotati, recupero delle aiuole, ma anche wi-fi e impianti sonori per gli eventi. Sono alcuni degli interventi previsti dal progetto definitivo di riqualificazione del giardino dell'Orticoltura, che sarà finanziato grazie all’Ente Cassa di Risparmio per un importo complessivo di 120.000 euro e che è stato approvato nel corso dell’ultima giunta con una delibera dell’assessora all’ambiente e al decoro urbano Alessia Bettini. L’intervento al Giardino dell’Orticultura si propone di ripristinarne la funzionalità con la sostituzione delle strutture ludiche dell’area giochi, il recupero dell’aiuola di piante erbacee e aromatiche della prima parte del giardino, la sostituzione degli alberi dissecati, la piantagione di alcuni alberi da frutto sui terrazzamenti degli Orti del Parnaso, il ripristino del sistema di scolo delle acque meteoriche e la sistemazione di parte della viabilità pedonale. A completamento dell’intervento verranno posizionati anche un totem informativo, alcuni sistemi per la diffusione della musica per ambienti esterni e dei dispositivi wi-fi per connettere il giardino al web. 

“Grazie all’Ente Cassa di Risparmio – ha commentato l’assessora Alessia Bettini – un luogo storico della città, punto di ritrovo importante per i cittadini di Rifredi e area molto utilizzata per iniziative ed eventi, sarà completamente riqualificato e diventerà multimediale, più funzionale e più bello. Oltre alle manutenzioni, alle sostituzioni e agli interventi di recupero, saranno eseguiti infatti anche interventi per migliorare la multimedialità dell’area, con l’installazione di Wi-Fi per il giardino e due diffusori sonori all’esterno della biblioteca utili ai numerosi eventi che vengono organizzati qui. Non solo: sarà installato un totem con informazioni multilingue sul giardino, sulle specie arboree e sugli eventi organizzati dal Comune, con la possibilità di riprodurre brani musicali in ambiente esterno attraverso diffusori (casse adatte a resistere agli agenti atmosferici)”. La gara d’appalto sarà bandita entro la fine dell’anno.

"I lavori del parcheggio sotto la collina di San Gaggio sono finiti da oltre 6 anni ma il cancello d'accesso all'area a verde è ancora chiuso. Nel 2008, a inizio lavori, insieme a tante altre persone ci fu una forte opposizione all'idea di sbancare la collina per un parcheggio. Il comune e la proprietà risposero all'epoca dicendo che un magnifico giardino da 5500 metri quadrati attrezzato con un'area giochi sarebbe stata realizzata in superficie e gratuitamente ceduta al Comune. Ancora oggi l'area la cittadinanza l'ha potuta solo.osservare da lontano oltre il cancello d'accesso."

"Non c'era bisogno del parcheggio e adesso lo possiamo ben dire visto che i cartelli di vendita sono ancora presenti -dichiara il capogruppo di Firenze riparte a sinistra Tommaso Grassi- Almeno però l'area verde promessa a compensazione potremo vederla aperta prima che le panchine si arrugginiscano? In quell'area non ci sono altre aree verdi pubbliche adatte a soddisfare i desiderata di ogni fascia d'età della cittadinanza: dalle panchine sotto gli alberi, ai giochi per bambini passando per tavoli e panche per tutti. A settembre prima del riavvio delle attivita in consiglio comunale vedremo di organizzare una manifestazione che possa coinvolgere i cittadini che da anni stanno aspettando di veder aperta un'area per la collettività".

Redazione Nove da Firenze