Firenze Rocks, sequestrati anche bomboloni e panini

La lotta all'abusivismo nei giorni dal 13 al 16 giugno ha riguardato oggetti, biglietti e generi alimentari. Arrestato un ubriaco che ha minacciato i poliziotti con una bottiglia


In occasione dei concerti nei giorni dal 13 al 16 giugno, personale della Polizia di Stato e della Polizia Amministrativa della Polizia Municipale hanno presidiato tutta l’area interna dei Concerti che l’area esterna del Parco delle Cascine.

I controlli sono stati finalizzati ad eliminare e contenere l’abusivismo di vendita sia di generi alimentari che di acqua e birre, nonché di materiale come magliette sciarpe e fascette con i marchi dei vari gruppi che hanno presenziato ai concerti. Sono stati individuati bagarini intenti alla vendita di biglietti a prezzi maggiorati rispetto al prezzo originario.

L’attività ha portato i seguenti sequestri: oltre 1500 tra bottiglie di acqua e birra, un centinaio tra bomboloni e panini, circa 700 tra sciarpe, fascette e poster, 6 biglietti sequestrati ai bagarini.

La Polizia Municipale ha sanzionato tre venditori abusivi per 15.400 euro e tre cittadini italiani intenti nella vendita abusiva dei biglietti per i concerti.

La Polizia di Stato ha sanzionato 11 venditori abusivi per un totale di 55.000 euro.

Inoltre, venerdì sera, è finito in manette un cittadino del Gambia di 25 anni che, completamente ubriaco, voleva acquistare merce dai venditori abusivi proprio mentre la Polizia stava effettuando i controlli. L'uomo non ha sentito ragioni e alla fine ha anche minacciato i poliziotti con una bottiglia. Gli agenti della Polizia di Stato lo hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e sanzionato per ubriachezza.

Redazione Nove da Firenze