Firenze, lo spaccio di droga continua: arresti e denunce della Polizia

Anche in tempo di Coronavirus la vendita di stupefacenti non si ferma. Un ventisettenne trovato con le dosi di eroina dentro gli slip


Ieri pomeriggio, durante i controlli sul rispetto delle vigenti prescrizioni per prevenire la diffusione del COVID-19, la Polizia di Stato ha arrestato due giovani per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta di un fiorentino di 27 anni e di un cittadino marocchino di 24, fermati poco dopo le 15.00 in viale Talenti a bordo di un’autovettura da una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine Toscana.

Oltre a non avere giustificato motivo per essere in giro, il 27enne nascondeva negli slip diverse dosi di eroina, poco meno di 12 grammi di droga, mentre entrambi avevano diverso denaro contante accartocciato in tasca e suddiviso in banconote di piccolo taglio. Per i due sono scattate le manette, oltre alla sanzione “COVID-19”.

Sempre per lo stesso reato ieri pomeriggio i Falchi della Squadra Mobile hanno denunciato un cittadino marocchino di 24 anni sorpreso con addosso oltre 5 grammi di cocaina già divisa in dosi pronte per la vendita.

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato di Rifredi hanno invece denunciato per spaccio di droga un cittadino gambiano di 21 anni sorpreso a cedere una dose di marijuana in via del Fosso Macinante e un cittadino nigeriano di 23 fermato in via Palazzo Bruciato dopo che aveva appena venduto una dose di eroina.

Redazione Nove da Firenze