Firenze, in migliaia per l'omaggio a Zeffirelli

Palazzo Vecchio: la camera ardente allestita nel Salone dei Cinquecento in queste ore è presa d'assalto da fiorentini e turisti. Fino alle 23 sarà possibile salutare il Maestro. Il feretro accolto in piazza Signoria dal sindaco e dal prefetto. Domani alle 11 i funerali in Duomo


FIRENZE. Migliaia di persone stanno rendendo omaggio a Franco Zeffirelli, il cui feretro da stamani alle 11.30 è esposto nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. La camera ardente è stata allestita nel luogo più simbolico della città, come simbolico è il luogo del funerale, che si terrà domattina alle 11 in piazza Duomo. Tra gli ultimi ad avere questo riconoscimento, il Sindaco Santo Giorgio La Pira.

Un lungo applauso ha accolto l'arrivo in piazza Signoria, verso le 11,20, della salma del Maestro, fiorentini e turisti hanno reso omaggio di cuore a Zeffirelli.

Il corteo funebre, con i figli di Zeffirelli, Luciano e Pippo (che ha messo una sciarpa della Fiorentina sulla bara), è stato accolto dal sindaco di Firenze Dario Nardella e dal prefetto Laura Lega. In queste ore la camera ardente è presa d'assalto da una fiumana di persone composte e commosse, e c'è da credere che sarà così fino alle 23, quando sarà chiusa.

La musica delle sue opere predilette a fare da sfondo sonoro, una sua foto, il Gonfalone di Firenze con i musici, Vigili urbani in pompa magna, autorità, civili e militari, un numero impressionante di cronisti e operatori dell'informazione. Così era stamani e sarà per tutto il giorno.

Dopo il rito funebre in Duomo, che sarà celebrato dall'arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori, la salma sarà sepolta nel cimitero delle Porte Sante, a San Miniato, dentro la Cappella di famiglia.

Redazione Nove da Firenze