Rubrica — Fiorentina

Tifoseria: abbiamo una squadra immortale

Sempre al Franchi, sempre 3-3, ma questa volta dall’altra parte l’Atalanta. Fiorentina che convince con la sua reazione mentale


Ieri sera abbiamo assistito ad una gara sfrontata, altalenante, che ha mostrato tanto del carattere delle due compagini. Sia Atalanta che Fiorentina hanno dato il massimo, scoprendo tutte le carte in tavola.

Non hanno brillato le difese e questo ha favorito lo spettacolo del match. Infatti i sei gol sono stati rocamboleschi, tanto che mostrano qualche lacuna a livello difensivo. Nulla da dire, invece, sull’attacco dove tecnica e tenacia hanno padroneggiato.

L’ennesima rimonta affrontata dai ragazzi di Pioli, diventata quasi il marchio di fabbrica della sua Fiorentina. Le mancanze tattiche vengono quasi cancellate dalla volontà ferrea e dalla dedizione al sacrificio. Qualità morali, queste, che stanno decidendo il cammino viola.

Una squadra immortale che risorge dai momenti difficili e dalle sofferenze. Una squadra che trova speranza quando sembra che non ce ne sia più. Sarà la vera Fiorentina?

In ogni caso godiamocela, perché questi sono ragazzi speciali. Ragazzi che non indietreggiano mai davanti alle paure. A volte possono sbagliare, ma hanno sempre il coraggio, l’audacia e la forza che li sostengono. Si rialzano e ripartono ancora per lottare, ancora per sognare.

Un enorme grazie ai tifosi che ieri hanno mostrato all’Italia intera, il loro cuore infinito e magico. Pubblico unico. Questa è Firenze.

Fiorentina — rubrica a cura di Manuel Cordero

Manuel Cordero

Manuel Cordero — Nato a Firenze nel 1995, è appassionato di giornalismo, di calcio e tifoso

E-mail: fiorentina@nove.firenze.it