Diritto allo studio universitario: inaugurata a Firenze nuova residenza studentesca

‘Firenze cum laude’: le matricole a Palazzo Vecchio


FIRENZE- A pochi passi da Piazza Pitti, in via Romana, è stata inaugurata stamani una nuova residenza universitaria gestita dall'Azienda regionale per il diritto allo studio. 54 posti letto distribuiti tra 19 camere doppie e 16 singole su cinque piani, sono questi i numeri di questo immobile di proprietà demaniale e concesso dall'Università di Firenze al DSU complessivamente per tra anni in uso gratuito, come struttura ricettiva studentesca. Allo stato delle cose, sono oltre 1600 i posti letto nell'area fiorentina, distribuiti in 14 residenze a disposizione degli studenti aventi diritto; aggiungendo quelli delle sedi di Pisa e Siena, il DSU Toscana ne gestisce complessivamente 4734.

"Siamo di fronte al riuscito frutto della collaborazione tra Università, DSU e Regione per il reperimento di nuovi posti letto per studenti in una zona centrale di Firenze, in un momento molto delicato per il diritto allo studio. La Regione si è sempre impegnata e si impegnerà ancora per garantire a un ampio numero di studenti il diritto allo studio - ha sostenuto la vicepresidente e assessore a università e ricerca Monica Barni, che era insieme al rettore dell'Università di Firenze Alberto Tesi e al direttore del DSU Marco Moretti -. Stiamo lavorando sia a livello nazionale, con un apposito tavolo al quale siedono il MIUR, il coordinamento delle Regioni, l'ANDISU e il CNSU, sia a livello locale per comprendere il funzionamento dei parametri di accesso alla borsa e ai servizi. Una riflessione sul diritto allo studio che aiuti chi è davvero bisognoso e che ampli la platea degli aventi diritto è infatti necessaria".

All'inaugurazione non è mancata la vivace presenza di una delegazione degli studenti che, a causa dell'applicazione dei nuovi parametri, hanno perso il diritto di usufruire dei servizi universitari di diritto alla studio.

Firenze, questa mattina nel Salone dei Cinquecento, ha dato il benvenuto ai nuovi iscritti dell’ateneo. A ‘Firenze cum laude’, l’iniziativa organizzata dall'Università, in collaborazione con il Comune, per dare il benvenuto alle matricole in Palazzo Vecchio e per informarle su come orientarsi nella vita accademica, erano presenti la vicesindaca e assessora all’università e alla ricerca Cristina Giachi, il rettore uscente Alberto Tesi e il neo rettore Luigi Dei. Alessandro Petretto, ordinario di scienza delle finanze, ha tenuto una lezione dedicata a ‘Università, capitale umano e crescita economica’.
«L’università è sempre più integrata nella città e nel suo tessuto culturale – ha sottolineato la vicesindaca Giachi – e con questa iniziativa vogliamo sottolineare come il luogo nel quale si studia sia anche un luogo nel quale si è cittadini pienamente. Un modo per dare il benvenuto alle matricole che vengono da fuori Firenze ma anche per dare il benvenuto, in un età della consapevolezza della propria cittadinanza, ai fiorentini che intraprendono questo percorso»
«Sono circa 8mila le matricole ma i dati non sono ancora definitivi – ha aggiunto –, ci aspettiamo molto da loro, anche un'espressione di cittadinanza sempre più matura e consapevole. Andare all'università è scelta individuale, per la propria crescita personale, ma anche una scelta di vita collettiva che ha rilevanza sociale».
La manifestazione continuerà al Palagio di Parte Guelfa (piazza di Parte Guelfa): le matricole potranno informarsi seguendo le presentazioni e visitando gli stand dedicati ai servizi offerti dall’Università di Firenze (tutorato in itinere, orientamento al lavoro, sito web e canali social, bandi riservati a studenti Unifi, Erasmus, Servizi informatici, Centro Linguistico di Ateneo, attività artistiche e spettacolari, Centro di studio e ricerca per le problematiche della disabilità, Sistema Bibliotecario) e da altri enti come il Comune di Firenze, DSU-Azienda per il Diritto allo Studio e CUS-Centro Universitario Sportivo.

Redazione Nove da Firenze