Covid-19: sottoscritto in Regione accordo quadro cassa in deroga

Lami (Cgil): "Attendiamo lo sblocco delle risorse messe a disposizione dal Governo e di quelle della Regione Toscana, rese possibili grazie a una gestione virtuosa degli ammortizzatori negli anni passati, per poter dare il via libera alla presentazione delle domande di cassa in deroga"


Oggi è stato sottoscritto tra la Regione Toscana e le Parti Sociali, l'Accordo Quadro relativo all'erogazione della cassa integrazione in deroga per far fronte agli impatti negativi per i lavoratori e i datori di lavoro conseguenti all'adozione di misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza da COVID-19, ai sensi del Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020.

L'accordo consentirà di dare un sostegno a tutti i lavoratori subordinati, per tutte le tipologie contrattuali, con copertura, nel periodo dal 23 febbraio 2020 al 30 giugno 2020 per 63 giornate di lavoro.
Questo ammortizzatore sociale sosterrà, in questo momento drammatico e speriamo unico della nostra storia, tutti quei lavoratori che non hanno ammortizzatori sociali e tutti quelli che hanno esaurito i periodi degli ammortizzatori ai quali possono ricorrere ordinariamente.
Attendiamo lo sblocco delle risorse messe a disposizione dal Governo e di quelle della Regione Toscana, rese possibili grazie a una gestione virtuosa degli ammortizzatori negli anni passati, per poter dare il via libera alla presentazione delle domande di cassa in deroga”.
Lo annuncia Mirko Lami segretario Cgil regionale Toscana

Redazione Nove da Firenze