Coronavirus: nuove apparecchiature al San Jacopo grazie alla solidarietà

Pistoia: arrivati un emogas analizzatore e un videolaringoscopio. Donazioni all'Ausl Toscana Nord Ovest: raggiunto il milione di euro


Non si fermano le donazioni per sostenere l'Ospedale San Jacopo di Pistoia. La prima riguarda un emogas analizzatore, impiegato in un reparto di degenza per pazienti Covid19. Serve per misurare la quantità di ossigeno, anidride carbonica e altri elementi disciolti nel sangue. L'importante apparecchio è stato donato da Leonardo Brunetti della Clinica Veterinaria Brunetti e Stroscio.

La seconda donazione è un videolaringoscopio da utilizzare in Terapia Intensiva per rendere più semplice l'intubazione dei pazienti. E' stato donato dalle seguenti associazioni: Culturale Energie Nove, Lions Club Pistoia, Lions Club Pistoia, Fuorcivitas, Lions Club Abetone montagna pistoiese, Lions Club Montecatini Terme, Lions Club Quarrata Agliana pianura pistoiese eLions Club Serravalle P.se.

Due dispositivi, anche questi, fondamentali, per potenziare le cure. La direzione sanitaria del presidio ospedaliero unitamente a quella infermieristica rivolgono un sentito ringraziamento a quanti fino a questo momento hanno sostenuto il presidio ospedaliero di Pistoia.

AUSL TOSCANA NORD OVEST. Sono davvero tanti i singoli cittadini, gli enti, le imprese, le associazioni che in questi giorni hanno scelto di donare agli ospedali dell'Azienda USL Toscana nord ovest impegnati nel gestire l'emergenza Coronavirus.

E in tanti continuano a farlo. C'è chi scelto di versare la propria donazione sul conto corrente bancario dedicato: la cifra raccolta ammonta ad oggi a più di 200mila euro. C'è chi ha acquistato direttamente attrezzature sanitarie, ecografi, sonde, letti per terapia intensiva, monitor, ventilatori polmonari, dispositivi di protezione per totale di quasi 800mila euro. E c'è chi ha contribuito alla realizzazione delle tante raccolte fondi già iniziate per far fronte alle spese di emergenza sanitaria. Anche i negozianti hanno donato pizza, dolci, acqua, per supportare i sanitari nelle brevi pause durante un turno pesante in ospedale.

E' un elenco lunghissimo da riportare, una testimonianza di vicinanza, aiuto e solidarietà concreta di cui l'Azienda e tutto il suo personale, impegnati in prima fila, ringrazia sentitamente.

Ricordiamo che chi volesse donare delle somme in denaro può farlo attraverso un versamento sul conto corrente dedicato: Banco BPM, IBAN IT63-N-05034-14011-000000010002, intestato a Azienda USL Toscana nord ovest, via Cocchi 7/9 Ospedaletto - Pisa", causale "Emergenza coronavirus". È possibile indicare la destinazione preferita. 

Redazione Nove da Firenze