Rubrica — Spettacolo

Chiara Ferragni: Unposted

Il docufilm sulla nota imprenditrice digitale che porta sul grande schermo, dal 17 al 19 settembre, i suoi lati inediti, in un progetto unico diretto da Elisa Amoruso. Proiezioni all’UCI Luxe Campi Bisenzio e all’UCI Firenze


Dal 17 al 19 settembre nelle multisale del Circuito UCI arriva Chiara Ferragni - Unposted, il lungometraggio diretto da Elisa Amoruso e distribuito da 01 Distribution. Chiara Ferragni affida il suo racconto a uno sguardo femminile, sensibile nel descrivere la psicologia dei suoi personaggi e completamente lontano dal mondo della moda e dei social, ma senza pregiudizi. Chiara Ferragni cercava per il suo docufilm un regista che fosse donna, italiana e che avesse le doti per documentare il suo lato più vero, più puro e magari più segreto, legato a tanti altri aspetti e momenti della sua vita.

Il progetto racconta, per la prima volta attraverso il cinema, un percorso terapeutico di apertura, di scoperta e di confronto sincero. Il titolo di questo docufilm “Chiara Ferragni - Unposted”, rivela il suo punto di vista, intimamente e diversamente da come solitamente lo condivide attraverso i social, affrontando argomenti mai trattati prima e che sveleranno una Chiara mai vista fino a oggi.

Le multisala che proietteranno Chiara Ferragni - Unposted dal 17 al 19 settembre alle 18:00 e alle 21:00 sono: UCI Luxe Campi Bisenzio, UCI Firenze. Quelle che lo proietteranno il 17 e 18 settembre alle 18:00 e alle 21:00 sono: UCI Arezzo, UCI Sinalunga. Nelle multisala il costo del biglietto è di 10 euro. È possibile acquistare i biglietti presso le casse delle multisale aderenti, tramite App gratuita di UCI Cinemas per dispositivi Apple e Android. I biglietti paper-less acquistati tramite App e i biglietti elettronici acquistati tramite sito danno la possibilità di evitare la fila alle casse con –FILA+FILM. Il pubblico può comunque acquistare i biglietti anche tramite il call center (892.960) e le biglietterie automatiche self-service presenti sul posto.

Redazione Nove da Firenze