Che futuro per l’Europa?

Dialogo sull’Unione che verrà, aspettando la Conferenza di Bruxelles. Un evento online che organizzato da Europe Direct Firenze il 3 marzo alle 17:00

Europe
Europe Direct Firenze
24 febbraio 2021 07:37
Che futuro per l’Europa?

È un evento online che si terrà mercoledì 3 marzo 2021 alle ore 17:00 sul canale canale YouTube ED Firenze, organizzato dai tre centri EDIC della Toscana, Comune di Firenze, Comune di Livorno e Università degli Studi di Siena.

L’idea di una Conferenza sul Futuro dell’Europa è stata lanciata nel 2019 dal Presidente Macron e subito supportata dalle istituzioni europee, Commissione europea in prima linea, con la volontà di riunire in un dibattito approfondito le istituzioni europee, i governi ma soprattutto i cittadini e le cittadine per confrontarsi sui temi che oggi sono al centro dello sviluppo dell’Unione e del suo futuro.

La Conferenza sarebbe dovuta partire a maggio 2020 ma a causa della pandemia da COVID-19 è stata rimandata e non è ancora partita. Sono in atto i negoziati tra la Commissione europea, il Consiglio europeo e il Parlamento europeo e a breve dovrebbero concludersi.

Dal testo della Risoluzione approvata dal Parlamento europeo a gennaio 2020 emerge la visione che i deputati europei hanno dato alla Conferenza sul futuro dell’Europa: i cittadini sono al centro del dibattito. Tutti i cittadini, di qualsiasi estrazione, la società civile organizzata e i portatori di interessi a livello europeo, nazionale, regionale e locale devono essere coinvolti nella definizione delle priorità dell'UE, con un approccio dal basso verso l'alto, inclusivo, partecipativo ed equilibrato.

Il Parlamento propone di istituire diverse agorà tematiche dei cittadini (forum tematici dei rappresentanti dei cittadini) e almeno due Agorà dei giovani, ognuna composta da 200-300 persone, con un minimo di tre per Stato membro. I rappresentanti delle agorà tematiche dei cittadini e dei giovani discuteranno le loro conclusioni nella plenaria della Conferenza con gli eurodeputati e i rappresentanti dei parlamenti nazionali, i ministri del Consiglio, i vicepresidenti della Commissione e i rappresentanti di altre istituzioni, organi e parti sociali dell'UE.

Cittadini e società civile saranno quindi coinvolti per un periodo di consultazione di circa due anni su come affrontare le sfide interne ed esterne che non erano state previste al momento dell'adozione del trattato di Lisbona, entrato in vigore il 1°dicembre 2009 e che è stata la più recente riforma dell’Unione.

La Conferenza sul futuro dell'Europa ci riguarda tutti come cittadini e per capire come è nata l’idea della Conferenza, come si è sviluppata e soprattutto come traghetterà nel futuro l’Europa, abbiamo coinvolto in un dialogo informale tre relatrici: Federica Di Sarcina (EDIC Siena ed esperta di EU Policies), Federica Martiny (Università di Roma e EurActiv) e Ilaria Potenza (giornalista).

Diletta Gasparo di Europe Direct Firenze e Greta Pachetti di Europe Direct Livorno modereranno il dialogo.

Foto gallery
Notizie correlate
In evidenza