Castellina: computer rubati alla scuola recuperati dai carabinieri

Il sindaco Marcello Bonechi ringrazia l'Arma: "Chi ha commesso questi fatti ha generato, a fronte di minimi vantaggi, un danno enorme alla nostra scuola e ai nostri alunni"


Castellina in Chianti. “Ringrazio, a nome personale e di tutta la comunità di Castellina in Chianti, i Carabinieri della stazione locale, guidati dal Maresciallo Roberto Montini, che hanno recuperato e riconsegnato agli alunni della nostra scuola primaria e secondaria di primo grado i computer portatili sottratti dall’istituto”. E’ quanto afferma il sindaco di Castellina in Chianti, Marcello Bonechi, a pochi giorni dai fatti avvenuti nella scuola castellinese e dopo la riconsegna dei pc portatili agli alunni avvenuta nella mattina di ieri, lunedì 1° febbraio, alla presenza del Maresciallo Roberto Montini e dei Carabinieri della stazione di Castellina in Chianti.

“Con professionalità e spirito di abnegazione - aggiunge il primo cittadino di Castellina in Chianti - i Carabinieri della nostra stazione sono riusciti, in poche ore, a recuperare i computer sottratti ai nostri alunni, grazie anche alla presenza delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona del furto. Chi ha commesso questi fatti ha generato, a fronte di minimi vantaggi, un danno enorme alla nostra scuola e ai nostri alunni, rischiando di interrompere la loro didattica interattiva particolarmente necessaria in questo periodo straordinario. Adesso le lezioni potranno continuare regolarmente, grazie all’impegno delle forze dell’ordine e alla loro presenza costante e puntuale a tutela dei cittadini e del territorio”.

Redazione Nove da Firenze