Rubrica — Fiorentina

Buona gara dei Viola ma è ancora un pareggio

Una partita divertente all'Olimpico tra due squadre che hanno cercato sino alla fine la vittoria. Buona gara di Pezzella e Gerson autori dei due goal viola. Bene Pezzella e Veretout. Efficace ma meno lucido Muriel. Buon rientro di Chiesa


E' difficile dire di una gara che è stato un bel pareggio. Se si dimentica che è il quindicesimo pareggio dei viola in trenta gare, possiamo rilevare che la Fiorentina ha,comunque, giocato una buona partita contro la Roma. Una gara ben diversa dalla noiosa partita col Torino. I viola hanno per lunghi tratti imposto il gioco ai giallorossi, sono andati per due volte in vantaggio e sono stati rimontati quasi subito. Ecco questo è l'aspetto negativo della Fiorentina anche in gare ben giocate. Non riuscire a tenere il vantaggio e, quindi, trovarsi in una condizione di classifica inadeguata rispetto al valore tecnico di una squadra, che doveva e poteva ambire a traguardi diversi dalla mediocrità di questa ennesima stagione perduta.

La cronaca ci dice di una Fiorentina subito aggressiva e pericolosa. Al quarto minuto su paesaggio di Dabo ci prova Benassi ma il tiro è centrale e Mirante salva. Al decimo minuto c'è una mischia in area viola conclusa da Zaniolo con un tiro che è ribattuto. La Fiorentina che schiera Gerson dietro le punte Muriel e Simeone riesce a imporre il gioco. All'undicesimo Muriel con un gran tiro costringe Mirante a deviare in angolo. Sul corner Pezzella anticipa la difesa giallorossa e di testa mette dentro. Il vantaggio viola dura solo un minuto: Kluivert dalla destra crossa in area e Zaniolo pareggio con un bel colpo di testa. La Fiorentina non si deprime e crea occasioni da goal. Al ventiquattresimo potrebbe tornare in vantaggio ma il gran tiro di Muriel colpisce il palo alla sinistra di Mirante. La partita è abbastanza divertente, con ritmi bassi che si alternano ad accelerazioni improvvise e con una Fiorentina decisamente più pericolosa della Roma.

Anche il secondo tempo inizia con una maggior determinazione e aggressività della Fiorentina che preme e passa di nuovo in vantaggio al quinto con un tiro da fuori area dell'ex Gerson.Ma purtroppo anche stavolta la Fiorentina non riesce a tenere il vantaggio e dopo sei minuti Perotti batte La Font con un bel diagonale. Intorno al quindicesimo Pioli schiera Chiesa e toglie Benassi. Poi sostituisce Simeone con Mirallas. La Fiorentina continua ad attaccare. Al 29' un bel tiro di Chiesa finisce alto sopra la traversa. Le due squadre sono stanche e si allungano. La voglia di vincere di entrambe rende vivace anche il finale di partita che vede una Roma più all'attacco e una Fiorentina pericolosa nelle ripartenze. A quattro minuti dalla fine Dzeko in area, su cross di Pellegrini spreca di testa una grande occasione. La partita, nonostante i volenterosi tentativi delle due squadre che ci provano sino alla fine, termina in un pareggio che è forse il risultato più giusto per quanto visto in campo, ma che amareggia sia i tifosi viola sia i tifosi romanisti.

Stefano Pioli in conferenza stampa ha dichiarato: “Rimpianti per il pari? Sì, soprattutto per il primo tempo, doveva finire in vantaggio per noi. Ma se non riusciamo a concretizzare davanti lasci aperte le partite, e la Roma con qualità ha potuto riprendere il risultato. Abbiamo fatto la partita e affrontato un avversario determinato, come noi. C’era la possibilità di vincere”.E a proposito di quest’ulteriore pareggio, il tecnico viola ha affermato

“La nostra classifica sta tutta in questi risultati. Molti di quei quindici pareggi potevano per poco diventare vittoria. Rimpianti ci sono, mancano ancora otto gare più la semifinale di ritorno di Coppa. La squadra mi è piaciuta, ha ripreso a giocare come mi piace dopo la brutta gara di Cagliari. Abbiamo giocato bene, e concesso poco nonostante i due goal subiti. Se basta poco agli avversari per farci goal, bisogna stare più attenti nelle marcature e quando gli avversari si avvicinano all’area. Le partite vanno chiuse, se non vai in doppio vantaggio, è dura. La Roma è forte, così come il Torino di domenica. Non siamo riusciti a reggere di più il vantaggio, la Roma sarebbe andata in difficoltà. Avremmo fatto un altro tipo di partita e avremmo avuto più occasioni. I ragazzi non sono contenti, i ragazzi lavorano con dedizione per vincere le partite. E non farlo da quanta giorni non ci rende soddisfatti. Dobbiamo fare di tutto per tornare a vincere. Ora due gare contro squadre che si giocano la salvezza, ma siamo la Fiorentina e dobbiamo tornare a vincere”.

Roma-Fiorentina 2-2

ROMA (4-4-2): Mirante; Santon (22' st Karsdorp), Juan Jesus, Fazio, Kolarov; Zaniolo (30' st Under), Cristante, Nzonzi, Perotti; Kluivert (12' st Pellegrini), Dzeko. Allenatore: Ranieri

FIORENTINA (4-3-1-2): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Hugo, Biraghi; Veretout, Dabo, Benassi (16' st Chiesa); Gerson, Muriel, Simeone (22' st Mirallas). Allenatore: Pioli

Arbitro: Massa di Imperia

Reti: 13' pt Pezzella, 14' pt Zaniolo; 5' st Gerson; 11' st Perotti

Note: ammoniti Kolarov, Simeone, Milenkovic, Perotti,Karsdorp, Veretout, Biraghi

Fiorentina — rubrica a cura di Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri

Alessandro Lazzeri — Giornalista e scrittore, laureato in Lettere, ha pubblicato su testate giornalistiche nazionali e locali (Paese Sera, Avanti, Teleregione, Industria Toscana, Michelangelo, Ricerche Storiche)

E-mail: arte@nove.firenze.it