Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali: dell’Erba confermato a Federcasse, Spanò vice

Nomine questa mattina a Roma nella prima riunione del rinnovato Consiglio Nazionale della Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali


Augusto dell’Erba è stato confermato alla presidenza di Federcasse, la Federazione italiana delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali, per il triennio 2018–2021. La nomina è avvenuta questa mattina a Roma in occasione della prima riunione del rinnovato Consiglio Nazionale di Federcasse, eletto dall’Assemblea che si era tenuta il 9 novembre.

Nella stessa riunione - introdotta dal Presidente di Confcooperative, Maurizio Gardini - il Consiglio Nazionale ha altresì nominato due Vice Presidenti: Luca Occhialini (Vicario), Presidente della Federazione Friuli Venezia Giulia delle BCC e di BancaTER, e Matteo Spanò, Presidente della Federazione Toscana delle BCC, della BCC di Pontassieve e del Fondo di Garanzia Istituzionale.

Dell’Erba, che aveva assunto la Presidenza di Federcasse nel gennaio 2017 a seguito delle dimissioni dell’allora Presidente Alessandro Azzi, è Presidente della Cassa Rurale ed Artigiana di Castellana Grotte e della Federazione Puglia e Basilicata delle BCC.

Il nuovo Consiglio Nazionale di Federcasse è composto, oltre che dal Presidente e dai Vice Presidenti e dal Presidente di Confcooperative Maurizio Gardini, da: Lucio Alfieri; Alessandro Azzi; Giancarlo Bersan; Paolo Blangetti; Enrica Cavalli; Luigi Cimatti; Martino Cossard; Carlo Antonio Feruglio; Teresa Fiordelisi; Bruno Fiorelli; Giorgio Fracalossi; Giancarlo Gori; Valentino Grant; Michael Gruner; Costante Leone; Francesco Liberati; Sergio Marro; Marina Mattarei; Giuseppe Maino; Aldo Mattioli; Michele Mingoia; Ilario Novella; Nicola Paldino; Giovanni Pontiggia; Maria Assunta Rossi; Luciano Sartoretti; Alfredo Savini; Salvatore Saporito; Luciano Sgarbossa; Giuseppe Spagnuolo; Robert Zampieri.

Compongono il Collegio dei Revisori Marco Mauri (Presidente) ed i supplenti Enzo Zampiccoli e Giuseppe Gambi. Il Collegio dei Probiviri è invece formato da Felice Cerruti (Presidente); Riccardo Formento; Romano Sebastianutto.

Nel ringraziare il Consiglio Nazionale per la fiducia ricevuta, il Presidente dell’Erba ha sottolineato, tra l’altro, il proprio “pieno impegno, insieme ai Vice presidenti, a far sì che Federcasse si confermi la casa comune di tutto il Credito Cooperativo ed il luogo della rappresentanza unitaria degli interessi di tutto il Credito Cooperativo nei confronti dei diversi interlocutori”. “Nel prossimo triennio – ha detto ancora il Presidente - l’Associazione nazionale del Credito Cooperativo, in collaborazione con Confcooperative, sarà un soggetto capace di sintetizzare e dare rappresentazione sempre più efficace oltre che fare rappresentanza sempre più incisiva delle istanze della categoria, un facilitatore di dialogo a livello europeo e nazionale in tutti i momenti dei processi normativi, ma soprattutto nella loro fase ascendente”. “Ci sentiamo sfidati dal lavoro di rappresentanza degli interessi di quasi un milione e trecentomila soci delle BCC-CR, delle Federazioni Locali, dei Gruppi Bancari Cooperativi, di tutti gli Enti Soci di Federcasse, protagonisti di una componente indispensabile del mercato bancario e della democrazia economica italiana”.

“Sottolineo - ha dichiarato il presidente di Confcooperative, Maurizio Gardini - la grande importanza del Credito Cooperativo nella realtà del movimento cooperativo italiano. L’ancoraggio territoriale e la sua capacità di risposta alle esigenze delle comunità sono la prova del carattere mutualistico della cooperazione di credito”.

Redazione Nove da Firenze