San Lorenzo libera dalle bancarelle, la novità vista dal ''G''

Stamani i mezzi della Polizia Municipale hanno provveduto allo spostamento coatto dei banchi parcheggiati in piazza.


FIRENZE — San Lorenzo, addio alle bancarelle. Dopo una lunga battaglia legale e le ultime schermaglie consumatesi in Palazzo Vecchio tra ambulanti ed Amministrazione, il 24 gennaio è arrivato.
Stamani i mezzi della Polizia Municipale hanno provveduto allo spostamento coatto dei banchi parcheggiati in piazza.
In piazza stamani c'era anche Gianni Greco, in arte il ''G'', fondatore di "Firenze Rizzati" e soprattutto grande conoscitore delle vicende fiorentine affrontate prima in radio e poi in televisione con grande seguito da parte del pubblico toscano. I post odierni pubblicati sui Social hanno ottenuto immediato riscontro e sono stati commentati:
"Fa un effetto strano non vedere più in banchini di fronte san lorenzo Chissà quanto durerà.." - "Personalmente non ho MAI gradito quel mercatino di ciarpame sorto intorno al mercato storico alimentare di San Lorenzo. Ultimamente era un gran sudiciumaio, forse un tempo era anche apprezzato. Forse un tempo era un vero mercato con vero artigianato locale. Non credo che mi mancherà" - "l'amministrazione è a un bivio, o toglie i mercati o per regolamenti comunitari deve accettare prodotti extracomunitari....speriamo che tolgano pure le transenne...quelle fanno schifo come i banchi di prima" solo alcuni dei commenti.

Matteo non le fa tutte bene, ma nemmeno tutte male.
Lo sgombero dei banchi da Piazza S. Lorenzo appartiene alla seconda categoria.
Il mucchio di paccottiglia si trasferirà in Piazza del Mercato Centrale e in Via Panicale. Gli ambulanti sono incazzati, ma ancora più incazzato era S. Lorenzo, fino a stamattina. Poveraccio: non gli bastava essere stato arrostito sulla graticola, doveva assistere ogni giorno allo scempio del gusto e al declino della fiorentinità.
I lavoratori non perderanno nulla, se non lo vorranno. I posti per loro ci sono, e magari faranno rivivere quel mortorio di Piazza del Mercato, ormai degradata in modo apparentemente irreversibile.
Ora restano due interrogativi.
Il primo: come sarà rifatta la pavimentazione di Piazza S. Lorenzo? Dopo il film dell'orrore di Piazza S. M. Novella c'è da rabbrividire.
Il secondo: con tutto lo spazio a disposizione i venditori abusivi avranno via libera o sarà loro impedito di invadere ciò che è stato liberato? E anche qui il brivido di paura arriva, irrefrenabile.
Ultimamente però ho visto il centro leggermente più pulito e meglio presidiato. Non sarà che Renzi funzioni quando non c'è?
Stai pure a Roma quanto vuoi, Matteo. Noi, qui, ci s'arrangia


Gianni Greco in arte il ''G''

Redazione Nove da Firenze