Pegaso 2013 al tiratore versiliese Luca Tesconi

Il premio più ambito, la statuetta dorata raffigurante il cavallo alato simbolo della Regione, quest'anno è andato al tiratore versiliese Luca Tesconi, medaglia d'argento a Londra 2012 nella pistola ad aria compressa 10 metri.


PREMIO — Tutto lo sport toscano che nel 2012 ha conseguito successi e medaglie era presente lunedì pomeriggio nel Salone Brunelleschi dell'Istituto degli Innocenti a Firenze, per la tradizionale cerimonia di premiazione del Pegaso per lo sport.

Il premio più ambito, la statuetta dorata raffigurante il cavallo alato simbolo della Regione, quest'anno è andato al tiratore versiliese Luca Tesconi, medaglia d'argento a Londra 2012 nella pistola ad aria compressa 10 metri che, un po' emozionato, l'ha ritirata dall’assessore allo sport Salvatore Allocca.

"E' con grande emozione - ha detto Allocca presentando - che ci apprestiamo a premiare una parte importante della società toscana. Lo sport è infatti un valore che non si esaurisce nelle gare ma che contraddistingue tutta la vita. Festeggiamo quindi la parte attiva della nostra società". L'assessore Allocca ha poi voluto ricordare Pietro Mennea, il campione recentemente scomparso di cui, tra gli applausi dei presenti é stato proiettato il video del suo storico e longevo record mondiale sui 200 metri.

Tanti gli atleti intervenuti, così come le personalità del mondo dello sport. Poco prima dell'inizio è arrivata al completo la squadra della Mens Sana Basket Siena, accompagnata cdal general manager Ferdinando Minucci. Altro ospite d'onore, oltre che presenza fissa, l'ex ct della Nazionale di ciclismo Alfredo Martini, che nel suo breve intervento ha rivolto un appassionato saluto ai giovani atleti presenti sottolineando il valore formativo dello sport. E’ stato poi proiettato un video dedicato ai mondiali di ciclismo su strada che nel settembre prossimo si correranno in Toscana. Molto applauditi anche il pugile Leonard Bundu, fresco vincitore del titolo europeo dei pesi welter, e Fiona May, che ha consegnato alcuni premi. Folta anche la rappresentanza di atleti disabili: oltre una ventina (tra atleti e società) i riconoscimenti assegnati.

Nel corso della cerimonia, oltre ai 125 premi distribuiti a vincitori della passata stagione, sono stati consegnati alcuni premi speciali. Simone Faggioli (automobilismo), Marisa Nardelli (tennis tavolo), Wilkie Satti Estevez (ginnastica) hanno ricevuto un premio alla carriera mentre al pugile Mario D’Agata (scomparso 4 anni fa) ne è stato attribuito uno alla memoria. Piccolo spazio anche al volley, con un premio speciale assegnato alla società Ruini, cinque volte campione d’Italia di volley maschile, per i 50 anni della fondazione. Tante le discipline sfilate sulla passerella del Pegaso: baseball, canottaggio, canoa, atletica leggera, ciclismo, squash, pattinaggio a rotelle, nuoto, basket, scherma, tennis, tiro con l'arco, tiro a volo, vela, pugilato, tiro a segno, pesca e attività subacquee.

Nel corso della serata l'assessore Allocca ha inoltre speso qualche minuto per ribadire l'impegno della Regione sul tema dell'etica nello sport, accompagnato dalla visione di un breve filmato. Sempre l'assessore ha consegnato i premi alle due classi vincitrici del Concorso Carta Etica 2012: “Il Pontormo” di Carmignano e la “Cironi” di Prato. Lorenzo Mirabelli, studente dell’Istituto Gramsci/Keynes di Prato, ha ricevuto un riconoscimento per i risultati conseguiti nello studio e nello sport.

Redazione Nove da Firenze