Bimbi in carcere, dalla Regione 400 mila euro per una custodia attenuata

Sbloccato il progetto per la realizzazione di una sezione a custodia attenuata destinato ad ospitare detenute madri con i propri figli


CARCERE — Sbloccato il progetto per la realizzazione di una sezione a custodia attenuata destinato ad ospitare detenute madri con i propri figli. Nell’ultima seduta la giunta regionale ha approvato un finanziamento, pari a 400 mila euro, che servirà per avviare i lavori di ristrutturazione di alcuni locali di un edificio di proprietà della Madonnina del Grappa, a Firenze.
Il progetto fa parte di un accordo complessivo firmato il 27 gennaio 2010 e che vede coinvolti, oltre alla Regione, il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, il Tribunale di Sorveglianza, la Madonnina del Grappa e l’Istituto degli Innocenti. Alla Società della Salute di Firenze verrà affidato il compito di attivare la rete dei servizi del territorio per dare avvio ai percorsi socio-assistenziali ed educativi destinati a garantire la tutela della salute e la salvaguardia del rapporto madre-figlio.

“Di questo progetto – ha commentato il presidente della Regione Enrico Rossi – se ne sta parlando ormai da alcuni anni ma finora è rimasto sulla carta. I bambini non dovrebbero mai entrare in una struttura detentiva ed è un compito irrinunciabile di tutti i soggetti coinvolti individuare forme alternative per fare in modo che questo non accada mai più. Finalmente siamo riusciti a riattivare la collaborazione tra tutti i soggetti che hanno sottoscritto l’accordo due anni fa e contiamo di arrivare in tempi brevi alla realizzazione di questa importante struttura”.

Carcere e città: bisogni, risposte e progetti

Un corso di formazione per volontari in carcere dell'Associazione Pantagruel. Il corso si terrà presso il Centro Comunitario Valdese in via Manzoni 21 a Firenze nei giorni di lunedì dalle 18.15 alle 20.15 a partire dal 27 febbraio per otto incontri.
Il corso è rivolto a chi desidera iniziare un intervento di volontariato verso i soggetti detenuti, verso quelli in misura alternativa al carcere e per la promozione del nostro progetto de "La poesia delle bambole".

Otto incontri tutti i lunedì dal 27 febbraio al 23 aprile 2012

Orario 18.15 – 20.15 Presso il Centro Comunitario Valdese

Via Manzoni 21 - Firenze (zona Piazza Beccaria)

Incontri previsti

27 FEBBRAIO – Le nostre esperienze di volontariato in carcere (volontari della nostra associazione)

5 MARZO – I colloqui in carcere: possibilità e limiti nella relazione di aiuto (Luigi Padovese – volontario Pantagruel)

12 MARZO – I nostri progetti: “La poesia delle bambole” e “Educare con gli asini” (Volontari della nostra associazione e dell'associazione Arciasino)

19 MARZO - Legge penitenziaria. Legge Gozzini. Regolamento Penitenziario (Giuseppe Caputo – L'Altro Diritto)

26 MARZO - I problemi di Sollicciano e le attività del Garante dei diritti dei detenuti (Franco Corleone - Garante dei diritti dei detenuti del Comune di Firenze)

2 APRILE – Interventi di un educatore (Raffaello Riggio) e di un esponente della Polizia Penitenziaria

16 APRILE - Il ruolo del Magistrato di Sorveglianza (dott. Stefano Tocci - Magistrato di Sorveglianza di Firenze)

23 APRILE – Il carcere Mario Gozzini – Solliccianino (Gianna Maschiti – Educatrice)


Caratteristiche dei destinatari del corso: Il corso è rivolto a chi desidera iniziare un intervento di volontariato verso i soggetti detenuti e quelli in misura alternativa al carcere approfondendo l’intervento progettuale.
Iscrizione: Ad ogni partecipante al corso è richiesto un contributo di 10 € a parziale pagamento di materiale informativo.

Associazione Pantagruel

e-mail: asspantagruel@virgilio.it

www.asspantagruel.org

www.lapoesiadellebambole.it

Redazione Nove da Firenze