Voltare pagina, Gilardino, Frey e Dainelli, i ''volti tristi'' del passato

Riuniti sotto una nuova bandiera i tre ex viola salutano i vecchi tifosi, mentre la Fiorentina ufficializza la cessione del bomber dedicandogli un video di ringraziamento ed offre una visione nuova del progetto alle parole di Delio Rossi


VIDEO — Un video di ringraziamento da parte della Fiorentina ad Alberto Gilardino, che da Genova ringrazia per i momenti trascorsi assieme alla società gigliata. Termina così, in via ufficiale, l'avventura del Gila con la maglia viola, dopo 59 reti.

L'ex portiere Sebastien Frey e l'ex capitano e difensore Dario Dainelli accolgono Gilardino nel nuovo spogliatoio e posano per una foto ricordo (a lato) con un sorriso che è certo un buon auspicio per i nuovi tifosi, ma che lascia un po' di amaro nei cuori di chi non si è ancora abituato al calcio moderno, dove vedi i giocatori cambiare maglia e così sia. Una volta c'erano le bandiere, adesso è già tanto se c'è il bandierone, montacarichi permettendo, vedere la Torre di Maratona dell'Artemio Franchi.

Intanto a Firenze si guarda avanti e l'accoppiata Delio Rossi - Pantaleo Corvino si è già messa all'opera dietro le scrivanie per creare trame e contatti, per pianificare una strategia sfociata poi in una conferenza stampa che forse ha chiarito i dubbi, e forse è stata solo un grande depistaggio. Si è parlato di un momento di "travaglio" che può degenerare come rientrare e ribaltarsi in meglio. Sono stati fatti dei nomi, come quello di Jovetic, pedina fondamentale ed imprescindibile ed anche quello di Silva che tornerà in squadra allontanando così le voci su una sua possibile partenza. Delio Rossi ha lasciato intendere di voler puntare su Cerci, Ljajic e Nastasic, così come su Cassani ricordato a più riprese.

"Non vogliamo nessuno - questo il sunto - a patto che non si tratti di un buon giocatore, disposto a correre a Firenze per la storia della Fiorentina e per indossare la maglia viola come suo punto di arrivo professionale. Che badi al luogo in cui si trova e non alla classifica o all'umore della piazza. Un calciatore pronto ad entrare subito nel gruppo e scendere in campo offrendo la sua disponibilità al 100%"

Sarà vero? "La nostra attenzione è massima, se c'è l'occasione la prendiamo al volo" ad alcuni è parsa come la pubblicità dell'usato sicuro e si sono sfogati sui profili personali creati tramite i Social Network, altri invece hanno visto una grande prova di serietà e professionalità nell'aver deciso di parlare chiaramente alla piazza. Delio Rossi più volte è intervenuto dicendo "Parlo io, rispondo io, lo spiego io" e questo non può passare inosservato. "L'erba del vicino sembra sempre più verde ma non lo è, lasciatelo dire a me che ne ho viste tante.." parola di tecnico che non avrà trovato la quadratura del cerchio, ma le idee sembra averle comunque quadrate.

Il mercato terminerà a fine Gennaio, ma si inizia a giocare fin da subito ed è una Fiorentina, comunque la si intenda, anche con la rosa attuale, destinata a cambiare ancora.




AntLen

Redazione Nove da Firenze