Diario di viaggio: è boom di figurine

Già venduti 80mila album firmati Coop e Wwf: i proventi al Crase di Semproniano


FIRENZE — In quattro giorni sono stati venduti già 80 mila album della raccolta “Il giro del mondo in 180 figurine”. Un vero e proprio record, che consentirà di realizzare un’importante azione di solidarietà. L’acquisto dell’album (dal nome Diario di viaggio), permetterà infatti di aiutare il Crase di Semproniano (Gr), il più grande centro di recupero in Italia per animali selvatici ed esotici rimasti vittime della caccia, del bracconaggio e del commercio illegale. Per ogni album venduto al prezzo di 1,90 euro Coop destinerà 50 centesimi al centro che, con i soldi raccolti, si doterà di un’ambulanza per il trasporto degli animali, di un’aula didattica, della cartellonistica e di un numero verde per segnalare da tutta Italia animali in difficoltà.

L’album si riempie facendo la spesa in Coop dall’8 settembre al 9 novembre quando, ogni 10 euro di acquisti, si riceverà una bustina contenente 5 figurine. La raccolta potrà anche essere velocizzata acquistando “prodotti acceleratori” che danno diritto a più bustine. L’album “Il mio diario degli animali” è stampato in Italia su carta certificata FSC, che indica prodotti derivati da foreste gestite in modo corretto e responsabile.

L’iniziativa è realizzata congiuntamente da Unicoop Tirreno, Coop Centro Italia e Unicoop Firenze con il Wwf per far conoscere ai bambini la straordinaria varietà animale e come poterla salvaguardare seguendo i progetti del Wwf. Ritratti in figurina gli animali da tutto il mondo – dai più comuni lupo appenninico, foca monaca, tigre del Bengala, bisonte americano ai più curiosi drago di Komodo, tarantola babbuino, allocco barrato, rana freccia, tartaruga liuto – con a fianco la “carta d’identità” e divisi per continenti. Per ciascuno di essi il Wwf ha individuato categorie a rischio da salvaguardare: per l’Europa i grandi carnivori, per l’Asia la biodiversità himalayana, nel Nord America i fiumi, i polmoni verdi in Africa e Sud America, gli ecosistemi marini dell’Oceania e delle regioni polari.

L’iniziativa ha anche un risvolto di socializzazione. I giovani collezionisti infatti avranno l’occasione di scambiare le figurine anche all’interno di alcuni punti vendita. Si potrà fare lo stesso giro del mondo anche via web registrandosi on line e scegliendo un avatar da inviare sul campo di gioco, una sorta di esploratore interattivo che seguendo indizi, quiz e curiosità, va alla scoperta degli animali nascosti nei vari continenti.

Redazione Nove da Firenze