Ataf: nella "flotta" altri 12 autobus ibridi: meno consumi e inquinamento

Il sindaco di Firenze Nardella: "La più giovane d'Italia. In questi anni abbiamo fatto un investimento straordinario sul trasporto pubblico grazie anche alla Regione Toscana e a Bus Italia"


Altri dodici nuovi autobus ibridi nella flotta Ataf Gestioni (Busitalia, Gruppo FS Italiane) per una mobilità sempre più sostenibile nella Città metropolitana di Firenze. Sono stati presentati oggi in piazza Santissima Annunziata dal sindaco Dario Nardella, dal’assessore regionale ai Trasporti Vincenzo Ceccarelli, dall’amministratore delegato di Busitalia e Presidente di Ataf Gestioni Stefano Rossi e dall’amministratore delegato di Ataf Gestioni Stefano Bonora. Presente anche l’assessore a Mobilità e trasporto pubblico Stefano Giorgetti.

“Questi 12 bus ibridi - ha detto Nardella - si sommano a quelli che già abbiamo nella flotta Ataf, che è la più giovane e meno inquinante d’Italia. In questi anni abbiamo fatto un investimento straordinario sul trasporto pubblico grazie anche alla Regione Toscana e a Bus Italia. Adesso a Firenze abbiamo 10 milioni di persone in più che ogni anno prendono il trasporto pubblico. Questo riduce il traffico e l’inquinamento. Dobbiamo andare avanti in questa direzione”.

I 12 nuovi autobus sono stati acquistati da Ataf Gestioni in applicazione del contratto ponte stipulato con Regione Toscana. L’investimento è di circa 3 milioni di euro, di cui circa il 54% finanziati dalla Regione.

I nuovi autobus Mercedes CitaroC2 CHY, 12 metri ibridi, coniugano gli elevati standard prestazionali di confort e sicurezza del viaggio con le esigenze di una mobilità ecosostenibile, consentendo un ulteriore abbattimento dei consumi e delle emissioni inquinanti.

Grazie all’utilizzo di un motore elettrico e di supercapacitori in abbinamento al tradizionale motore endotermico, sono in grado di accumulare energia durante il viaggio e di rilasciarla nel momento di massimo sforzo del motore, con conseguente riduzione dei consumi e delle emissioni inquinanti. Inoltre, gli autobus sono dotati di un sistema di videosorveglianza a bordo a tutela della sicurezza dei viaggiatori e del personale e di monitor che forniscono informazioni e notizie sul servizio di trasporto e sull’esperienza di viaggio.

I passeggeri trasportati sono passati da 85 milioni nel 2013 a oltre 95 milioni nel 2018: un trend in continua crescita a cui corrisponde anche un miglioramento del livello di soddisfazione della clientela.

Redazione Nove da Firenze