Artigianato artistico, 3 imprese su 10 a rischio chiusura in Toscana

Gianni Lamioni, presidente di Artex: "Servono liquidità immediata a fondo perduto e l'acquisto più consapevole di questi straordinari prodotti"


(DIRE) Firenze, 7 mag. - "In Toscana operano circa 20.000 imprese dell'artigianato artistico: di queste 1.300 hanno più di 15 dipendenti, tutto il resto è formato da micro imprese, rappresentative in particolare del comparto del cuoio, dell'agroalimentare e del tessile. Purtroppo la crisi legata al covid-19 rischia di farci perdere il 30% di queste imprese". Lo spiega all'agenzia Dire Gianni Lamioni, presidente di Artex, centro per l'artigianato artistico e tradizionale della Toscana. Per Lamioni, quindi, "è fondamentale che a queste piccole realtà arrivino finanziamenti a fondo perduto e liquidità immediata", quella che "non sta arrivando dalle banche". Tuttavia per la sopravvivenza di queste ditte c'è bisogno di un altro elemento, "acquistare e consumare il nostro artigianato artistico". Lo dice facendo un appello proprio ai toscani: "Oggi più che mai occorre difendere queste piccole imprese. Con i sussidi governativi, ma anche con l'acquisto più consapevole di questi straordinari prodotti, che non rappresentano solo una tipologia produttiva di alta qualità, ma storia, tradizione, cultura tramandata da secoli in Toscana". (Dig/ Dire)

Redazione Nove da Firenze