Aggressione alle Cascine: ubriaco minaccia di morte un commerciante

Grazie all’intervento di alcuni avventori l’uomo è stato allontanato ma, dopo circa mezzora, è tornato


Piazzale delle Cascine. Ubriaco aggredisce un dipendente del chiosco di panini lanciandogli delle bottiglie perché non viene servito subito. Arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile. 

Nella serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti al Parco delle Cascine per un’aggressione ed hanno tratto in arresto, con l’accusa del reato di lesioni aggravate, un pregiudicato 28enne rumeno, M.L..
Nella circostanza, i Carabinieri, giunti tempestivamente sul posto, hanno accertato che un dipendente del chiosco in Piazza delle Cascine, mentre preparava e distribuiva i panini ai clienti, è stato minacciato di morte e aggredito dal rumeno. 

Nello specifico, il 28enne ubriaco, arrivato al bancone, non curandosi dei clienti che aspettavano il loro turno, pretendeva di essere subito servito. Inizialmente, grazie all’intervento di alcuni avventori l’uomo è stato allontanato ma, dopo circa mezzora, è tornato. Il rumeno urlando che avrebbe bruciato il chiosco ha preso delle bottiglie vuote dal secchio dei rifiuti e le scagliava contro alla vittima colpendolo in più parti del corpo. Non contento, ha cercato di colpire il venditore, non riuscendoci, con un cartellone pubblicitario poggiato a terra ed un grosso sasso. A quel punto gli avventori per paura si sono allontanati ed hanno chiamato i Carabinieri che fortunatamente hanno bloccato l’uomo prima che la situazione potesse peggiorare. La vittima, trasportato presso l’Ospedale di Firenze Santa Maria Nuova, ha riportato una prognosi di 7 giorni. L’arrestato giudicato per direttissima nella giornata odierna.

Redazione Nove da Firenze