Calcio, Fiorentina: Jovetic e Gilardino sconfiggono in rimonta l'Atalanta


Vittoria importante della Fiorentina nell’anticipo contro l’Atalanta. Non soltanto per i tre punti conquistati in un campo dove hanno avuto difficoltà tutte le grandi, ma anche per la personalità e determinazione mostrata dalla squadra viola. Una Fiorentina, in buona parte inedita, per la lunga serie di assenze è riuscita con autorevolezza ad aver ragione dell’ottima squadra di Del Neri. Prandelli inserisce dal primo minuto Almiron e schiera in attacco la coppia Jovetic-Gilardino. Il primo tempo è intenso con un certo predominio degli atalantini che soprattutto sulle fasce mettono in apprensione i Viola che appaiono, per buona parte della prima frazione di gioco, poco reattivi.
L'Atalanta parte bene, Valdes salta Dainelli e si invola verso la porta di Frey, per fortuna Zauri ci mette una pezza. I Viola ci provano con Kuzmanovic ma la palla è a fil di palo. La Fiorentina esercita un possesso palla che non trova sbocchi, mentre è dei bergamaschi l'azione più pericolosa: al 33’ Valdes sulla destra serve alla perfezione Defendi, che di testa fallisce un goal già fatto. Negli ultimi minuti del tempo è ancora Valdes a mettersi in luce e a costringere Frey a una deviazione in angolo. Poi nel recupero un fallo da rigore su Semioli è ignorato dall’arbitro Trefoloni.
Nella ripresa ci si aspetta una Fiorentina più incisiva, ma è invece l’Atalanta ad attaccare. Prima uno scatenato Floccari trova la conclusione, ribattuta dalla difesa gigliata, poi al terzo i bergamaschi passano in vantaggio: dopo un’incertezza della difesa gigliata Plasmati prova la conclusione, la palla è deviata da Zauri e finisce in rete. La Fiorentina trova la forza di reagire e di riordinare le idee per dare al gioco l’incisività necessaria. Gilardino crea scompiglio nella difesa atalantina e al 13’ si procura un rigore, che determina anche l’espulsione di Peluso. Jovetic dagli undici metri realizza e porta la Fiorentina in parità. Da quel momento, anche in virtù della superiorità numerica, I Viola cercano con insistenza la vittoria e costruiscono azioni veloci ed efficaci che, di fatto, impediscono all’Atalanta di uscire dalla propria metà campo. E’ un vero e proprio assedio che si concretizza al 44’, quando Gilardino mette in rete un preciso assist dell’ottimo Semioli.
Tre punti preziosi per i Viola che mantengono il quinto posto a due lunghezze dal Genoa vittorioso a Reggio Calabria. E’un risultato importante che ha evidenziato, dopo un primo tempo opaco, una buona crescita dei Viola, nella ripresa, in termini di gioco e di personalità. Due elementi essenziali per raggiungere l’obiettivo Champions e vincere due concorrenti agguerrite come Genoa e Roma. Positivo l’inserimento di Jovetic al posto di Mutu, buona nel complesso la prova della squadra, molto buono l’apporto di Pasqual e di Semioli.
E’ deluso e polemico Del Neri nel dopo gara: "Non abbiamo risentito delle assenze. Avremmo meritato di vincere al di la degli episodi di campo. L'Atalanta merita rispetto. Abbiamo 40 punti e oggi otto ammoniti e uno espulso. La Fiorentina invece un giallo solo. Il rigore? Gilardino si è buttato ma non m'interessa... Se una partita è maschia non ci possono essere tutte queste sanzioni per una squadra e non per l'altra. Non vogliamo fare da sparring partner a nessuno”.
E’ visibilmente contento Prandelli che ha dichiarato: "L'espulsione è stata sfruttata bene. Di solito non è facile. Abbiamo sviluppato bene sugli esterni e siamo stati premiati. Prima c'era un po' di preoccupazione. Quando vieni da un periodo particolare non è semplice trovare serenità. Nel secondo tempo però siamo stati bravi e convinti. Sono contento della prova del gruppo: tutti hanno dato quello che potevano e non solo sul piano del gioco. In queste gare dimostreremo il carattere che abbiamo sempre avuto in questi tre anni. Jovetic? Dobbiamo capire qual è il suo ruolo. Da seconda punta oggi si è mosso bene. Ho fatto tirare a lui il rigore perché era il più freddo sull'esecuzione”. E sollecitato dalla polemica di Del Neri il mister viola ha detto: ” Le parole di Del Neri? Non rispondo. Ho visto una partita maschia con decisioni che penalizzano l'una o l'altra squadra. Questo è il calcio".


Alessandro Lazzeri

Atalanta-Fiorentina 1-2
Atalanta: Consigli, Garcis, Capelli, Peluso, Bellini, Defendi (1' s.t. Plasmati), De Ascentis, Parravicini, Padoin, Valdes (15' s.t. Pellegrino), Floccari (24' s.t. Talamonti). A disp.: Colombi, Villanova, Legrenzi, Zaza. All.: Del Neri.
Fiorentina: Frey, Almiron (12' s.t. Bonazzoli), Dainelli, Zauri, Pasqual, Kuzmanovic, Donadel, Montolivo, Semioli, Gilardino, Jovetic (28' s.t. Vargas). A disp.: Storari, Mazuch, Diakhate, Tagliani. All.: Prandelli.
Arbitro: Trefoloni di Siena
Reti: 3' s.t. Plasmati, 13' s.t. Jovetic (rig), 44' s.t. Gilardino.
Ammoniti: Almiron, Parravicini, Valdes, Padoin, Plasmati, Pellegrino, Gilardino.
Espulsi: Peluso

Redazione Nove da Firenze