Certaldo, domenica 8 marzo il primo Festival del Cinema in macchina


Il Centro Giovani “I Macelli” di Certaldo ospita da venerdì 6 marzo la tre giorni di seminario “Cineasti digitali del presente”, workshop per imparare come si gira e si costruisce un cortometraggio, al termine del quale si svolgerà, domenica 8 marzo, la prima edizione del Festival del Cinema in macchina.
Il seminario “Cineasti digitali del presente”di cortometraggi consiste in venti ore a contatto con chi il cortometraggio lo produce e distribuisce davvero. Diretto da Francesco Azzini, videomaker e Presidente di Hulot Distribution. Interverranno per la direzione della fotografia il camera department dell'ultimo film di Vittorio Storaro, Andrea Giachi e sul suono in presa diretta il fonico Davide Gaudenzi, direttore del suono del film "Sangue , la morte non esiste" di Libero De Rienzo. Il laboratorio ha un costo di 80 euro a partecipante.
Domenica 8 dalle ore 18 fino alle 24 sarà la volta del primo “Festival del cinema in macchina” con due mezzi d'epoca viaggianti che diventeranno due sale cinematografiche dove poter ammirare i cortometraggi distribuiti da Hulot distribution ( www.hulot.it ). La Cortomobile è una mitica Alfa Romeo del 1974 e il CineKamper un autocaravan Ford Transit Grand Soleil del 1981, allestiti come due sale cinematografiche per un totale di nove spettatori alla volta (sette nel CineKamper e due nella Cortomobile). Come nei cinema veri e propri, ci sarà una cassa per il biglietto e a orari differenti, gli spettatori entreranno nei due mezzi ad ammirare cortometraggi, documentari e animazioni indipendenti. Il programma è ricco e parte appunto alle 18 con l’inaugurazione del Cinekamper, dedicato alla regista Veronica Locatelli. Verrà proiettato in Anteprima il VideoClip degli Afterhours "I Milanesi ammazzano il Sabato". Aperitivo in omaggio per tutte le Donne. Il biglietto ha un prezzo simbolico di 2 euro e 40 centesimi per gli adulti e di 60 centesimi per i piccoli.
Per informazioni sul seminario o sul Festival : 0571 662482.

Redazione Nove da Firenze