Università di Firenze: finanziato dall’Unione Europea un progetto formativo per la medicina palliativa e la terapia del dolore


Firenze, 9 agosto 2007- Un progetto di formazione in medicina palliativa e terapia del dolore proposto dall’Università di Firenze, con il sostegno della Fondazione Fondiaria SAI, è stato finanziato dall’Unione Europea: si svilupperà in collaborazione con le Università di Lione “Claude Bernard”, di Belgrado e di Zagabria.
Il progetto, coordinato dal Preside di Facoltà Gian Franco Gensini e dai proff. Raffaele De Gaudio e Piero Morino, si colloca nell’ambito del programma europeo “Tempus” e ha l’obiettivo di promuovere un’attività formativa rivolta ai laureati in medicina dei quattro atenei.
Sono previsti corsi post-laurea sulla medicina palliativa e terapia del dolore secondo un approccio interdisciplinare, introducendo nuove tecniche di insegnamento che possano prevedere l’integrazione di momenti didattici da svolgersi in aula e periodi di addestramento sul campo presso le strutture delle università partecipanti al progetto. Oggetto della formazione, alcune tematiche centrali della Medicina palliativa e la Terapia del dolore, come la semeiotica, i farmaci, il dolore tumorale e non, gli aspetti psicologici, clinici ed organizzativi, l’assistenza domiciliare ed in ambito pediatrico, l’assistenza di base ed infermieristica, le fasi terminali e la morte, gli aspetti antropologici ed etici alla fine della vita.
Il programma si svolgerà nell’arco di due anni ed è stato finanziato con 238.000 euro.
Il gruppo della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Firenze guidato da Raffaele De Gaudio è impegnato da tempo nelle tematiche di terapia del dolore e medicina palliativa, anche grazie al sostegno che da tempo gli viene offerto dalla Fondazione Italiana di Leniterapia, soprattutto per l’organizzazione del Master in Leniterapia, giunto ormai alla sua seconda edizione.

Redazione Nove da Firenze