Il 4 e 5 settembre la "Camminata della Liberazione" sui sentieri dei partigiani: da Montegiovi a Firenze con le bandiere della pace


In occasione del 60° anniversario della Liberazione di Firenze da parte dei partigiani, il 4 e 5 settembre si svolgerà la "Camminata della Liberazione" promossa dalla Regione Toscana dalla Provincia e dal Comune di Firenze ed organizzata dalle sezioni soci Unicoop della Valdisieve e di Firenze nord est, in collaborazione con Anpi, Geo trekking e Mnemosyne insieme a molte altre associazioni della zona. La camminata si snoderà lungo le strade percorse sessant'anni fa dai partigiani da Montegiovi fino a Firenze. Due percorsi di 20 e 17,5 chilometri. "La «Camminata della Liberazione» è un segno tangibile per ricordare quei momenti, con una partecipazione di gente, soprattutto di giovani - ha sottolineato l'assessore alla cultura Simone Siliani -. Iniziative di questo tipo, ultimamente hanno ripreso vigore poiché c'è una sana attenzione nei loro confronti, c'è molto interesse. La camminata vuole essere un momento di aggregazione sociale con la partecipazione anche di molte bandiere della pace poiché la Liberazione ha permesso di suggellare il più grande periodo di pace nel nostro continente". Sabato 4 settembre alle 8,30 partenza dalla località di Tamburino, nella zona di (Scopeti) con sosta alle 12,00 al Santuario della Madonna del Sasso con momento di preghiera ai caduti. Nel pomeriggio arrivo al Circolo Arci di Monteloro, dove è previsto uno spettacolo commemorativo, cena aperta a tutti e pernottamento (riservato ai partecipanti). Domenica 5, dopo una prima sosta a Campo di Marte, la conclusione della marcia sarà in piazza della Signoria, dove si terrà una cerimonia di saluto con il sindaco di Firenze Leonardo Domenici. Lungo il percorso saranno deposte delle corone ai vari cippi e lapidi incontrate durante il cammino, come quelle relative ai caduti di Montegiovi, al Barbieri, al Chiari, ai Carabinieri di Fiesole, al Giugni, ai caduti di Campo di Marte. "Iniziative di questo tipo devono essere sostenute dalle Istituzioni per «dare alla memoria un futuro, per dare un futuro alla memoria», perché se non si capisce la storia diventa difficile progettare il futuro" hanno sottolineato il presidente del consiglio di Pontassieve Leonardo Pasquini e Lorenzo Carletti presidente regionale lega montana UISP. Coloro che si iscriveranno alla marcia potranno pernottare presso le strutture del circolo Arci (in tenda propria oppure in quelle messe a disposizione dalla Protezione civile e dall'Anpas) e potranno usufruire della colazione e del cestino per la seconda tappa. Chi si prenoterà entro il 31 agosto riceverà una maglietta in omaggio con il logo della manifestazione, realizzata appositamente per l'occasione da Unicoop Firenze. La cena è gratuita solo per i partecipanti alla camminata, per tutti gli altri avrà un costo di 10,00 euro. "Il progetto è nato nel '98 da parte di alcuni ragazzi universitari che volevano lasciare una traccia nel percorso e che organizzarono una mostra fotografica sui fatti accaduti dal '38 al '48 nella zona di Pontassieve e della Valdisieve - ha commentato Mario Sorvillo presidente della sezione soci UNICOOP della Valdisieve -. In seguito fu realizzato un libro che ebbe un gran successo e fu rivolto soprattutto alle scuole. Da qui, l'idea di progettare una marcia che ripercorresse gli itinerari dei partigiani durante la Liberazione". Per facilitare la partecipazione verrà organizzato anche un servizio di trasporto gratuito con partenza sabato 4 settembre alle 7,30 da piazza Albizi alle Sieci e con fermate alla stazione di Pontassieve alle 7,45 (in coincidenza col treno da Firenze S.M.N. delle 7,13 e di Firenze C.M. delle 7,20), alle 8,00 alla stazione di Rufina. È possibile prendere parte alla marcia della Liberazione anche da domenica grazie ad un pullman che partirà dalla Cappella dedicata ai Caduti nei pressi dello Stadio "Franchi" di Firenze con destinazione Monteloro. Durante la marcia sono gradite le bandiere della pace. "L'iniziativa nasce da un percorso che i nostri soci stanno portando avanti da un po' di tempo - ha ricordato Claudio Vanni responsabile relazione esterne UNICOOP Firenze - che dopo una mostra hanno deciso di organizzare questa camminata. Anche la nostra cooperativa è figlia dell'intervento dei partigiani". Prenotazioni e informazioni possono essere richieste entro mercoledì 1 settembre al Circolo Andreoni, telefonando allo 055/602636, all'UISP di Firenze, al punto soci UNICOOP Valdisieve telefono 055/8369724 (oppure Mario Sorvillo telefono 347/2734275 e Giuliano Marranci telefono 328/7239497), al Gruppo Geo telefono 055/8328729. giuliano.marranci@libero.it Hanno partecipato alla presentazione dell'iniziativa anche Alessandra Maruccelli vice presidente Geo trekking e Lino Liverani partigiano Anpi. (uc)

Redazione Nove da Firenze