La chiusura di via Villamagna, complice lo sciopero dei bus, ha causato la congestione della circolazione


Fin dalle prime ore della mattina i tecnici dei vigili urbani e dell'acquedotto, insieme a quelli dell'Ataf hanno monitorato la situazione e nel corso della mattinata si è svolta una riunione nell'ufficio del sindaco per verificare la possibilità di interventi tesi a mitigare l'impatto dei lavori sul traffico.
si tratta di interventi, per la realizzazione della nuova rete fognaria, annunciati da tempo nel quartiere attraverso alcune assemblee con i cittadini e con un volantinaggio porta a porta.
Già da oggi sono stati presi alcuni primi provvedimenti. Sul viadotto di Varlungo sono state chiuse le uscite che conducono in viale Europa e a Bagno a Ripoli, facendo defluire il traffico su Lungarno Generale Dalla Chiesa. I tempi dei semafori di piazza Gavinana e dell'intera zona vengono continuamente controllati e ritoccati per rispondere in tempo reale alle esigenze della circolazione. E' stata momentaneamente revocata la corsia dei bus in via Giovanni dalla Bande Nere (la strada è quindi a doppio senso di marcia) è stata invece confermata la normale circolazione su Coluccio Salutati. Resta confermato anche il doppio senso di marcia in via Erbosa.
L'inizio dei lavori in via Gian Paolo Orsini, inoltre, è stato posticipato, per evitare qualunque ulteriore addensamento di traffico e di disagio ai cittadini.
Per accelerare il più possibile l'intervento su via Villamagna è stato avviato, infine, un confronto con la ditta appaltatrice per verificare la possibilità di estendere le fasi di lavoro.
Intanto dovrebbero entrere presto in azione sulle strade fiorentine i nuovi "ausiliari del traffico": controlleranno i percorsi Ataf e faranno le contravvenzioni a chi non rispetta il codice della strada. Si tratta di 29 autisti dell'Ataf che, dopo aver fatto domanda per il nuovo servizio, attraverso una selezione interna e una graduatoria annuale sono arrivati a svolgere il corso, che si conclude oggi. Domani sosterranno l'esame finale e entro febbraio, dopo che sarà firmata l'ordinanza del sindaco, diventeranno operativi. Il loro compito, regolato da una convenzione con il Comune, sarà quello di tenere sotto controllo i percorsi dei mezzi Ataf, con particolare riferimento alle corsie preferenziali e alle fermate, troppo spesso invase da auto e motorini che transitano o sostano dove non è consentito. Potranno anche fare contravvenzioni, che saranno su fogli di colore verde. Saranno in costante contatto sia con i conducenti degli autobus sia con la Polizia Municipale.
L'utilizzo degli "ausiliari del traffico" da parte delle amministrazioni comunali era stato a lungo in forse, dopo polemiche e sentenze contrastanti; recentemente però è stato ratificato da un decreto contenuto nell'ultima Finanziaria. "Sono molto soddisfatta – ha detto l'assessore alla Mobilità Marzia Monciatti – che finalmente, scongiurati i dubbi, possano entrare in azione gli ausiliari. Saranno un valido strumento in più per il rispetto delle regole di questa città, e aiuteranno il servizio del trasporto pubblico". Gli altri "ausiliari" utilizzati dal Comune sono i 17 controllori della sosta della Firenze Parcheggi.

Redazione Nove da Firenze