A Torino i viola pareggiano ma rischiano di vincere

Buona prova della squadra. In vantaggio e ridotti in nove sono raggiunti a due minuti dalla fine. Brillano Ribery Vlahovic e Bonaventura .Un arbitraggio insufficiente condiziona la gara.


Un pareggio fra Torino e Fiorentina non è inconsueto nella storia di questa sfida tra due squadre amiche. Ed anche stasera è arrivato un pari dopo una bella ed emozionante partita, condizionata in parte da un arbitraggio mediocre. La partita è una sfida salvezza che, però, vede la Fiorentina in una posizione più tranquilla rispetto al Torino che ha chiuso il girone d'andata a quattordici punti ed ha sostituito l'allenatore Giampaolo con Nicola. I granata sono motivati e dopo qualche minuto fanno il primo tiro in porta con Lukic che impegna Dragowski. I viola prendono presto l'iniziativa ed esercitano un buon possesso palla. Al nono una bella iniziativa di Ribery: il francese spunta da dietro e serve in area Vlahovic che colpisce il palo. Fiorentina ancora avanti con Amrabat che serve Biraghi, ma il cross dell'esterno viola è deviato in angolo. Il Torino appare impaurito, la Fiorentina è aggressiva e costruisce ma non riesce ad affondare. Al 20' Ribéry apre a destra per Bonaventura che crossa per Vlahovic, ma il centravanti è anticipato di un soffio. E' una buona Fiorentina che rischia, però, di subire al 28' quando Dragowski salva su Lukic e si scontra con il giocatore granata. Il Toro reclama un rigore che l'arbitro non concede. I viola dopo il buon inizio hanno una lieve flessione e il Torino prende campo e ha una grande occasione al quarantesimo con Zaza che ben servito da Belotti colpisce il palo. Due minuti dopo ci prova Zaza con una velleitaria rovesciata. Dopo questa fiammata del Toro sono i Viola a essere pericolosi sul finire del tempo: dopo un bello scambio Ribery - Biraghi ci prova Bonaventura di testa ma la sfera è respinta da Lyanko.

Dopo un primo tempo in parità la ripresa non presenta in avvio nessun cambio. Al terzo minuto grande giocata di Ribery per Vlahovich che anticipa Lyanko e di destro batte Sirigu.Il gol è, però, annullato per un millimetrico fuorigioco del centravanti viola. Al dodicesimo occasione granata con Belotti che salta Quarta e tira ma la palla è fuori. I viola rischiano e si fanno sorprendere da una ripartenza granata al tredicesimo quando Castrovilli atterra Lukic al limite dell'area ed è espulso, La Fiorentina è in dieci, Prandelli schiera Pulgar per Venuti. Il Toro sfrutta la superiorità numerica, Nicola inserisce Verde per dare più aggressività in attacco, La Fiorentina si affida alle ripartenze e riesce a essere pericolosa con Amrabat che tira fuori. I viola continuano ad attaccare e al 21' trovano il gol. Grande giocata di Bonaventura che serve in area Ribery che aggira Sirigu e mette in rete.

La Fiorentina è in vantaggio e si oppone, con ordine alla pressione granata Al 25' una clamorosa ingenuità di Milenkovic mette in difficoltà la Fiorentina. Il difensore viola va testa contro testa con Belotti, il granata cade e Milenkovic è espulso. Belotti accentua molto e l'espulsione non sembra giusta, Prandelli toglie Ribéry per inserire Igor. I viola si difendono e al 34' rischiano su un tiro di Singo che colpisce la traversa. La Fiorentina si difende con grinta ma al 43' Belotti trova il pari grazie anche a una grave incertezza di Pezzella. Finisce in parità, dopo sette minuti di recupero. Una buona Fiorentina in decisa crescita

Nel dopo partita Cesare Prandelli, ha dichiarato a Sky Sport:

“E’ difficile commentare gli ultimi minuti di questa partita. Eravamo in vantaggio, in dieci, poi in nove diventa tutto più complicato ma devo solo ringraziare i miei giocatori perché hanno lottato: stavano portando a casa non solo la prestazione ma anche i tre punti.

Le paure vanno via quando ci sono le prestazioni importanti, la continuità e un gruppo di giocatori che sanno di dover far sacrifici ma allo stesso tempo poi devi andare a raccogliere. Ci sono stati episodi che hanno condizionato la gara, ma sono soddisfatto. In questo momento chiedo soprattutto la grande prestazione. Il gioco è una conseguenza, ma non parto con l’idea di giocar bene. Il calcio di adesso diventa complicato. Abbiamo difeso in maniera egregia con grande compattezza. Avremmo meritato di vincere, ma quando rimani in nove, può succedere di tutto”.

Torino - Fiorentina 1-1

TORINO (3-5-2): Sirigu; Bremer, Lyanco (27' st Murru), Buongiorno; Singo, Linetty (20' st Verdi), Rincon, Lukic, Ansaldi; Zaza, Belotti. Allenatore: Davide Nicola

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Quarta; Venuti (18' st Pulgar) , Bonaventura (37' st Eysseric), Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Vlahovic (37' st Kouame), Ribéry (27' st Igor). Allenatore: Prandelli

Arbitro: Di Bello di Brindisi

Reti: 21' st Ribéry; 43' st Belotti.

Note: espulsi Castrovilli al 15' st; Milenkovic 26' st; ammoniti Lyanko, Prandelli, Kouame.

Alessandro Lazzeri