Che si fa in Toscana la prima domenica d'autunno 2017?

Tanti eventi il 1 ottobre. The Big Draw, il festival del disegno a Firenze. In Arno parata scenografica con imbarcazioni di ogni tipo. La corale brasiliana Unicanto nella Chiesa di S. Frediano in Cestello. A Campi l'appuntamento con il mercatino tra privati. Si conclude domani a Rufina il Bacco Artigiano. Escursione nella Foresta di Sant’Antonio. A Chiusi il Mercatino di Porsenna. Tutti sui pattini a San Miniato con il Roller Fest


Con il suo primo open day domenica 1 ottobre, dalle 10 alle 18, il Centro internazionale per le arti dello spettacolo Franco Zeffirelli (Cias) apre le sue porte al pubblico che potra' visitare il museo dedicato al regista. Per la prima volta potra' essere ammirata la vasta raccolta di bozzetti di scena, figurini, disegni, fotografie e tutto quello che fedelmente documenta i settant'anni di attivita' del maestro Zeffirelli nel cinema e nel teatro di prosa e in quello operistico. Il museo, curato da Carlo Centolavigna, Caterina d'Amico e Pippo Zeffirelli, sara' regolarmente aperto dal lunedi' al mercoledi' e dal venerdi' alla domenica, con orario di apertura 10-18 (il giorno di chiusura e' il giovedi'). Dieci euro intero e sette euro ridotto il prezzo del biglietto. Il museo e' costituito principalmente da una mostra permanente dedicata all'opera di Zeffirelli. A partire dal 1948 la mostra ripercorre le tappe fondamentali della sua carriera, resa piu' emozionante dagli intensi rapporti di amicizia che lo hanno spesso legato ad artisti di grosso calibro. Prima tra tutti Maria Callas, che sotto la direzione del regista ha interpretato i capolavori di Verdi, Puccini, Bellini, Rossini e Donizetti. Accanto a preziosi bozzetti e a fotografie di scena degli spettacoli, e' esposto un costume indossato dalla 'Divina' nel 'Turco in Italia' di Rossini (per gentile concessione del Teatro alla Scala di Milano).

Seconda edizione di “The Big Draw, il festival internazionale del disegno” a cura di Fabriano che si svolge in tutta Italia con una serie di iniziative organizzate da musei, associazioni, accademie e istituti d’arte, supportati e invitati dallo stesso Fabriano. Il Museo Marino Marini a Firenze aderisce alla manifestazione, domenica 1 ottobre, dalle 15 alle 19, con un pomeriggio aperto a tutti - bambini, ragazzi e adulti - per disegnare le opere di Marino Marini, che fanno parte della collezione permanente del museo, ma anche quelle di Mimmo Paladino e Nunzio, esposte qui nell’occasione della mostra Ytalia. Non occorre essere esperti disegnatori per partecipare. L’attività è gratuita con il biglietto di ingresso. Non è necessaria la prenotazione.

Per il Pink October 2017,mese internazionale di prevenzione del tumore al seno, il cuore di Firenze si colorerà di rosa per opera di FIRENZE IN ROSA ONLUS, nell'intento di diffondere una cultura della prevenzione attraverso diagnosi precoci e la promozione della salute e di corretti stili di vita. L’associazione darà vita a numerose iniziative sul territorio volte a sensibilizzare donne, ma anche uomini, ad informarsi per sottoporsi a controlli periodici. Domenica 1 ottobre, alle 11, un’onda rosa attraverserà l’Arno partendo da Ponte Vecchio fino a Palazzo Corsini, dove le imbarcazioni eseguiranno una coreografia per salutare la Biennale dell’Antiquariato di Firenze, che proprio quel giorno chiuderà la sua 30ª edizione. Per l’occasione, tutti gli stand presenti a Palazzo Corsini e gli oltre 1000 negozi della città aderenti all’iniziativa esporranno il Fiocco Rosa, simbolo della prevenzione al tumore al seno.

Già all’indomani del drammatico terremoto in Messico, il Progetto Agata Smeralda aveva invitato la sua straordinaria famiglia a rimboccarsi una volta di più le maniche e a dare il proprio aiuto. Un’occasione per contribuire, per coloro che non lo avessero già fatto, è quella di partecipare domenica 1 ottobre alle ore 11.00 nella Chiesa di San Frediano in Cestello a Firenze, alla Santa Messa che sarà celebrata da Mons. Wieslaw Olfier e accompagnata dalla prestigiosa Corale Unicanto di Londrina (Paranà, Brasile). Si tratta della corale brasiliana che sta attraversando l’Europa e che, dopo Firenze, si esibirà in Vaticano.

Dopo il grande successo della performance di Vanessa Beecroft a Palazzo Strozzi, continua questa decima edizione di Firenze Suona Contemporanea con il concerto dell’ensemble vocale finlandese HELSINKI CHAMBER CHOIR che eseguirà nella Chiesa di Santa Maria a Settignano, domenica 1 ottobre alle ore 21, i madrigali di Carlo Gesualdo da Venosa, di Salvatore Sciarrino e Claudio Ambrosini. Il gruppo HELSINKI CHAMBER CHOIR è stato fondato nel 1962 come coro della Radio Finlandese, e ha assunto il suo nome attuale nel 2005. È il solo coro da camera professionale in Finlandia e, oltre al repertorio classico, vanta 50 prime esecuzioni assolute solo nel periodo che va dal 2005 a oggi, oltre che prestigiose incisioni discografiche.

L’essenza del violinismo russo, perfettamente ponderato con la delicatezza e il gusto di un’artista sempre in cerca di nuovi stimoli musicali. E’ la violinista Daria Nechaeva ad affiancare, nel ruolo di solista, l’Orchestra di Toscana Classica nel doppio concerto di domenica primo e lunedì 2 ottobre all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte di Firenze (ore 21 – biglietto 20 euro – sconti e promozioni per i titolari della Firenze Card) a conclusione della stagione 2017. A impreziosire le serate sono anche la Corale Santa Cecilia - la più antica istituzione musicale di Empoli – e, sul podio, il direttore Giuseppe Lanzetta. Programma di sicuro richiamo incentrato su Wolfgang Amadeus Mozart e Antonio Vivaldi: del compositore salisburghese ascolteremo il “Concerto per violino n. 5 ‘Türkish’ K 219”, quinta ed ultima partitura che Mozart dedicò a questo strumento, nota per l’insolito assetto strutturale, in stile turchesco, oltre per la maestria richiesta al solista. A seguire il maestoso “Adagio e fuga per archi K 546” mentre a esaltare le doti della Corale Santa Cecilia è il “Gloria RV 589”, tra le pagine più avvincenti e conosciute di Vivaldi.

A Campi Bisenzio viene recuperato l'appuntamento con il mercatino tra privati "Svuota la cantina", saltato, causa maltempo, la scorsa settimana. I banchi saranno allestiti dalle 10 alle 19 nei giardini del Il Rosi. "Svuota la Cantina", promossa dal Comune, è un'iniziativa riservata ai soli cittadini residenti nel comune di Campi Bisenzio e non agli operatori commerciali abituali.  Sono circa 100 le postazioni previste, per i curiosi e gli appassionati non mancherà quindi la possibilità di acquistare o scambiare oggetti di arredamento, giochi per bambini o articoli per arredamento.

Il programma dell’ultimo giorno di manifestazione del Bacco Artigiano a Rufina prevede: il Mercatino di Bacco dall’alba al tramonto in piazza Umberto I, alle 10 per le vie del paese ci sarà la sfilata della Banda G. Verdi di San Godenzo, proseguiranno i laboratori didattici per i bambini, saranno aperti a pranzo e a cena gli stand gastronomici e quelli dei produttori del vino Chianti Rufina. Alle 12,15 ci sarà in piazza Umberto I la tradizionale benedizione del “Carro Matto” ed alle 12,30 in villa il raduno “Ferrari in villa” a cura dei Ferraristi Toscani Club Sieci. Nel pomeriggio dalle 14 alle 20 si potrà acquistare lo speciale annullo filatelico a cura di Poste Italiane. Alle 14,15 i cortei storici della Repubblica Fiorentina, del Vino e del Contado di Rufina accompagnati dalla Banda Giuseppe Verdi di San Godenzo attraverseranno il centro storico per arrivare in Villa Poggio Reale dove ci sarà l’esibizione degli sbandieratori e di balli rinascimentali. In villa previsti nel pomeriggio anche altri due spettacoli “IV Fakiro Ranne” moto degustazione, e Dogdance. Per finire, la sera, alle 21 in piazza Umberto I spettacolo “Blus classico” a cura del gruppo Rude Mood Blus ed alle 22,30 chiusura della manifestazione con “Botti di Bacco” tradizionale spettacolo pirotecnico.

Proseguono gli appuntamenti di “Naturalmente Reggello” ciclo di escursioni ed iniziative per presentare le aree protette del territorio comunale, organizzata dal Comune in collaborazione con gECO. Domenica prossima 1 ottobre ci sarà l’escursione dal titolo “Una casa chiamata foresta”. Il ritrovo è alle 9,30 al centro visite di Ponte a Enna da qui partirà il cammino all’interno della Foresta di Sant’Antonio per ricostruire i rapporti tra le varie specie viventi, le loro reti alimentari e riposare sotto la maestosa chioma del Faggione di Prato a Marcaccio, inserito nell’elenco degli alberi monumentali d’Italia.

La frazione pelaghese di San Francesco celebra il suo Santo Patrono con un concerto della Corale Don Renzo Mazzoni. L’appuntamento è per domenica prossima, 1 ottobre alle 16,30 nella Chiesa di San Francesco a Pontassieve (piazza Verdi 1 San Francesco). Protagonisti saranno, oltre alla Corale Don Renzo Mazzoni diretta da Gianpiero Bernini, il Tenore Simone Mastragostino e Vittorio Goglia al flauto.

Domenica 1 ottobre a Castellina in Chianti, nella Chiesa del Santissimo Salvatore, la notte castellinese sarà animata dal concerto “L’opera di Mozart in Centrifuga: Quartetto d’archi dell’ORT, Orchestra della Toscana. Farfalloni Amorosi”, con la voce di Alessandra Morellato; i violini di Alessandro Giani e Susanna Pasquariello; il violoncello di Stefano Battistini e la viola di Stefano Zanobini. La rassegna è organizzata dall’associazione Amo castellina con il contributo del Comune e sotto la direzione artistica del Maestro Paolo Gragnoli. Le serate sono a ingresso libero, con possibilità di lasciare un'offerta che sarà devoluta alla Chiesa del Santissimo Salvatore e all’acquisto di un cane guida per i ciechi con la collaborazione del Lions Club Chianti.

Villa Chigi Saracini apre le sue porte in occasione de L’Eroica, con visite guidate e degustazioni di vini. L’appuntamento è dalle ore 10 alle ore 18 con “Wine in Villa”. Per la prima volta, sarà possibile visitare non solo l'intero parco, ma anche le sale interne della Villa e la Cappella privata del Conte Chigi, con l’opportunità di assaggiare tre vini del Gallo Nero compresi nel biglietto di ingresso. Le degustazioni che accompagneranno le visite guidate sono curate dai viticoltori del Classico Berardenga nella cornice di Villa Chigi Saracini.

La giornata di domenica a Chiusi prenderà il via, alle ore 9.30 in Piazza Duomo, con l’inaugurazione ufficiale dell’iniziativa “Alla Scoperta dei tesori della Città di Chiusi” con il Mercatino di Porsenna, artisti itineranti e le visite nei musei della città. Il Museo Nazionale sarà ad ingresso gratuito mentre gli altri due musei (Museo Civico La Città Sotterranea e Museo della Cattedrale Labirinto di Porsenna) ad ingresso ridotto.

Cortona ospiterà il quarto Torneo della Civetta Città di CortonaNel centro storico della città si ritroveranno i migliori arcieri d’Italia, per confrontarsi in un’entusiasmante sfida all’ultima freccia. Il torneo rientra nel circuito della Lega Arcieri Medievali. Il programma del Torneo della Civetta prevede il ritrovo in Piazza Signorelli, cui seguiranno un giro di ricognizione con maestri d’arco ealle 9:00 l’inizio del torneo. Dopo la sfida tra gli arcieri, alle 16:00 si terrà la sfilata per le vie del centro a cura del Gruppo Storico della Città di Cortona che anticiperà le premiazioni.

Domenica primo ottobre Bluetrusco chiude in bellezza un cartellone iniziato a luglio. Sarà una giornata densa di iniziative, al castello che ospita il museo archeologico, antiquarium di Poggio Civitate. Si comincia molto presto, al mattino, con il passaggio dell’Eroica. I passaggi dei ciclisti si susseguiranno per alcune ore. Verso le 12 arriveranno anche i viaggiatori del Treno Natura. A seguire, una visita guidata al museo e dimostrazione di tecniche di tessitura antica a cura di Giulia Ciuoli. Gran finale in serata: aperitivo (ore 18,30) al circolo Arci di Vescovado con una proiezione del video sugli eventi di Bluetrusco, a cura di Fabio Cappelli. Ci sarà inoltre la presentazione del libro di Luigi Bicchi “Il gioco dei nomi” (un romanzo ambientato in parte nel territorio di Murlo), alla presenza dell’autore e letture di alcuni brani a cura di Alessandro Calonaci.

esercizi di pratica - Copia.JPGUna domenica sui pattini. San Miniato si prepara ad accogliere l’edizione 2017 del Roller Fest, la grande giornata rivolta a far conoscere il pattinaggio adatto anche ai più giovani (in realtà come tante attività sportive, prima si inizia, meglio è), spalancando le porte a tutti per cimentarsi in questa pratica all’interno di un’ampia area sportiva dove poter provare l’emozione del pattinaggio. Sono ancora gradevoli le giornate all’aperto così domenica prossima, 1 ottobre, presso il centro sportivo Casa Bonello di Ponte a Egola favorirà la terza edizione di questa festa, che permette di dare una continuità al progetto voluto dallo storico presidente del gruppo Moreno Guerri, prematuramente scomparso lo scorso agosto lasciando un’eredita atletica di notevole spessore a questa sua amatissima città e al Centro Sportivo Casa Bonello, e la sua voce, per chi la cercherà, non smetterà mai di trasmettere valori. La sua pista preferita era il senso del dovere. Agli atleti del Gruppo Pattinaggio San Miniato lascia questo, un’eredità che vale anche di più delle sue tante medaglie. Il raduno, aperto a tutti, tramite una dimostrazione di mobilità sostenibile, oltre a festeggiare i nuovi skaters che avranno uno spazio tutto loro e seguiti dagli istruttori del Gruppo, sarà motivo di incontro con veterani ed ex rotellisti che nel tempo hanno calzato, seppur per poco, i pattini a rotelle. La manifestazione è curata dal Gruppo Pattinaggio San Miniato che conferma da ormai tre anni questo evento di successo, celebrando uno dei mezzi di trasporto più ecologici, ma anche divertente e salutare, senza tempo. Roller Fest è anche esibizione con finalità dimostrative delle attività che si possono compiere con i pattini, per avvicinare giovani e meno giovani a questo strumento di divertimento.

Redazione Nove da Firenze