Toscana Tech 2018: presente intelligente, futuro digitale

Torna l’appuntamento con l’Innovazione a Firenze


E’ alle porte la seconda edizione di Toscana Tech, due giorni di incontri, workshop e seminari organizzati dalla Regione Toscana sui temi della digitalizzazione e dell’industria 4.0. L’evento, ad ingresso gratuito, si terrà a Firenze il 19 e 20 novembre 2018, presso il Palazzo dei Congressi di Villa Vittoria ed è dedicato ai principali attori ed operatori del mondo del lavoro toscano, pubblici e privati, che potranno approfittare di questa grande opportunità per favorire il processo di trasformazione della propria attività verso la “fabbrica intelligente”. La Regione Toscana da anni investe in ricerca, formazione e innovazione per dare sostegno alla manifattura toscana, proponendo nuove prospettive e opportunità di sviluppo e Toscana Tech risponde proprio a questi obiettivi.

L’appuntamento fiorentino è un’importante occasione di incontro per imprenditori, università, piccole, medie e grandi aziende per confrontarsi sui nuovi modelli tecnologici di quella che è stata definita la quarta rivoluzione industriale, per comprenderne gli sviluppi possibili, per far crescere l’ecosistema toscano nell’ambito della fabbrica del futuro: Industria 4.0.

Industria 4.0 è una tendenza dell’evoluzione industriale orientata ad una totale integrazione tra strutture di dati e nuove tecnologie produttive digitalizzate e interconnesse, mirata al miglioramento delle condizioni di lavoro e alla crescita in qualità ed efficienza della produttività degli impianti.

L’evento, che vede la presenza di esperti del mondo del lavoro e della formazione tra cui Phill Cartwright (Direttore del Centre for Modelling & Simulation dell’Università di Bristol), propone unprogramma denso di iniziative. Durante la due giorni si alterneranno momenti di confronto allargato e incontri “one to one”con imprese e personale esperto di formazione, workshop su argomenti specifici e seminari. Sarà dato spazio alle opportunità di crescita offerte dalla Regione durante il meeting “Formazione 4.0”, e al “trasferimento tecnologico” grazie al programma Research to Business per favorire l’incontro tra offerta di innovazione delle Università e degli Enti di Ricerca toscani e le imprese del territorio. Da segnalare anche l’importante presenza del dipartimento “Invest in Tuscany” che da anni attrae investimenti industriali ed economici per lo sviluppo imprenditoriale e produttivo della regione. In questo caso l’iniziativa proposta è il “Partnering Day”, durante il quale (su invito) alle PMI toscane sarà data l’occasione di incontrare aziende multinazionali con sede in territorio toscano per attivare opportunità di collaborazioni e di business. Per l'occasione si parlerà anche di "reshoring", e cioè del ritorno a casa delle aziende che avevano delocalizzato la produzione.“Iniziamo dalle conclusioni” coinvolgerà partecipanti e pubblico, per tutta la durata della manifestazione, in uno stimolante itinerario animato per meglio comprendere i grandi temi proposti dall’evento.

A disposizione di partecipanti un percorso espositivo che permetterà di apprezzare lo stato dell’arte dell’innovazione toscana e di interagire con gli imprenditori e le aziende che hanno già saputo sfruttare con successo gli strumenti messi a disposizione dalla Regione nel programma di sviluppo I4.0. Il percorso “40 imprese 40” raccoglie, infatti, alcuni dei progetti di innovazione finanziati dalla Comunità europea e dalla Regione Toscana, presentati con video, infografiche e prototipi. Il tutto per raccontare l’impatto che l’innovazione sta avendo sul mondo del lavoro e sugli scenari futuri della produzione in Toscana.

La partecipazione all’evento è gratuita previa registrazione (http://toscanatech2018.likeevent.it/registrazionepersone.aspx)

Il programma completo (disponibile all’indirizzo industria40.regione.toscana.it/toscana-tech) verrà illustrato il 12 novembre nel corso di una Conferenza stampache si terrà a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze (piazza Duomo 10). Per l'occasione verranno presentati alla stampa anche alcuni dei progetti e prototipi di “40 imprese 40”.

Redazione Nove da Firenze