Shelbox: presentato alla Curatela un documento per il rilancio dell'attività produttiva

Idv: Aboliamo la Legge Fornero. Banchini e gazebo in tutta la Toscana


In questi giorni l'Ing. Di Lauro, dopo la serie di incontri istituzionali che si sono tenuti in queste ultime settimane anche con il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, ha presentato alla curatela che segue il fallimento della Shelbox, l'azienda produttrice di case mobili, una prima bozza di piano industriale per il rilancio dell'azienda.

“Creiamo nuova occupazione e aboliamo la Legge Fornero”. L’Italia dei Valori torna in piazza per rilanciare il proprio disegno di legge di iniziativa popolare contro un provvedimento che ha avuto effetti profondamente negativi sia sul versante lavorativo che su quello pensionistico. “Servono misure che apportino flessibilità, ma nel rispetto dei diritti dei lavoratori, tenendo conto da un lato dell’esigenza di accompagnare alla pensione i più anziani senza allontanare sempre più l’età pensionabile, dall’altro dei giovani che nel mondo del lavoro devono inserirsi e hanno bisogno che gli si faccia spazio”. Per questo l’Italia dei Valori ha deciso di rivolgersi ancora agli italiani, con l’obiettivo di raccogliere 100mila firme entro il 20 luglio da consegnare a Roma. Nei prossimi giorni ripartirà, dopo la pausa elettorale, la campagna che vedrà in Toscana la presenza di banchini e gazebo nelle piazze delle varie città. “La Legge Fornero è ormai criticata da più fronti ma ancora non si è deciso di andare oltre e metterla da parte. Adesso - dichiara il Segretario Regionale dell’IdV Toscana, Giovanni Fittante - è venuto il momento di farlo. Se i cittadini sosterranno la nostra proposta, il Parlamento dovrà per forza confrontarsi con la necessità di rivedere l’impianto della legge sul lavoro e predisporne una nuova, più adatta a rilanciare l’occupazione e a garantire la dignità del lavoro stesso”.


Giovedì 26 Giugno 2014, alle ore 17,30, presso “La botte”, via Borromeo, 154, San Casciano Val di Pesa, Firenze, si terrà una iniziativa in ricordo di Bianca Benelli e Fernando Cubattoli, due dirigenti della CGIL e due figure emblematiche delle lotte di emancipazione che si sono svolte a partire dal secondo dopoguerra. L’iniziativa è il frutto di una approfondita ricerca sul movimento contadino e operaio, principalmente nel Chianti e a San Casciano. Saranno presentati due filmati – interviste inedite a Bianca Benelli e Fernando Cubattoli, una biografia di Bianca Benelli e una mostra che ricostruisce il suo impegno nel sindacato a partire dal dopoguerra, la sua lotta per l’emancipazione dei mezzadri e per il rispetto e la dignità delle donne. La mostra è ricca di materiale inedito trovato nel fondo archivistico della Federmezzadri. In particolare interventi autografi di Bianca BenelliMaria Maltoni, la maestra di San Gersolé. Il materiale prodotto è stato curato e realizzato da Felice Bifulco per conto del Sindacato Pensionati e della Camera del Lavoro del Chianti.

Redazione Nove da Firenze