Roberta Betti, cuore di Prato, commemorata alla Camera

Il deputato pratese Antonello Giacomelli ha tracciato un ricordo preciso e commosso di una donna che ha fatto la storia della città


Una donna "libera, coraggiosa, ironica e determinata".  Così il deputato pratese Antonello Giacomelli ha definito Roberta Betti (morta pochi giorni fa a 89 anni) durante la sua concisa ma precisa e soprattutto sentita, quasi commossa commemorazione alla Camera dei Deputati. 

Giacomelli ha ricordato la vita di Roberta Betti, dalla sua infanzia partigiana alla ditta di servizi con la compagna di una vita, fino al coronamento di un sogno, fare riaprire il Politeama perché il teatro era la sua vera passione. "Roberta - ha ricordato il deputato Pd - coinvolge, trascina tutta la città e riesce a riaprire il teatro... Sono le persone come Roberta Betti che rendono migliori le nostre città". 

Giacomelli ha chiesto un "gesto di gratitudine, ricordo ed onore da parte del parlamento" e gli applausi e i "bravo" da parte dei colleghi sono stati sinceri. 

Redazione Nove da Firenze