Rubrica — Editoria Toscana

Prato: torna il Salotto del Giovedì alla Lazzerini

Si comincia i 15 ottobre con il Premio Strega 2020, “Il colibrì” di Sandro Veronesi


A tutti i lettori appassionati che hanno voglia di condividere il piacere di un bel libro, la Biblioteca Lazzerini offre anche quest’anno la possibilità di incontrarsi con lI Salotto del giovedì, il gruppo di lettura della biblioteca. Un’iniziativa che si rivolge a chiunque abbia voglia di parlare di libri e di dare spazio alla propria passione.

Ad aprire le porte giovedì 15 ottobre alle 21 sarà la bibliotecaria Alice che ha coordinato gli incontri dello scorso anno. Un gruppo che si arricchirà dei contributi di chiunque abbia voglia di unirsi.
La partecipazione è gratuita, ma l’ingresso è fino ad esaurimento posti distanziati e con obbligo di mascherina, nel pieno rispetto delle norme anti-covid . L'incontro è a cadenza mensile, da ottobre a giugno: un giovedì al mese alle ore 21 e la discussione verte ogni volta sul libro in programma. Sarà possibile anche prendere parte ad un solo incontro. Gli incontri si svolgono nella Sezione Ragazzi e Bambini. L’ingresso è da Via Puccetti 3. Per quanto riguarda il programma, ce n’è per tutti i gusti, dai recenti successi della narrativa italiana a quelli della letteratura internazionale. Si parte così giovedì 15 ottobre a parlare insieme del Premio Strega 2020, “Il colibrì” di Sandro Veronesi, il libro con il quale lo scrittore pratese ha vinto per la seconda volta il premio letterario più prestigioso d’Italia. Il secondo incontro in programma, giovedì 19 novembre, sarà invece “Tanti piccoli fuochi”, l’acclamato romanzo della giovane scrittrice statunitense Celeste NG. Si prosegue a dicembre , giovedì 10, con “Il prodigio” , il romanzo storico di Emma Donoghue . Il programma completo, per tutti coloro che vogliono avvantaggiarsi nella lettura, è online sul sito www.bibliotecalazzerini.prato.it

Informazioni:

Biblioteca comunale Lazzerini

Tel. 0574 1837800

www.bibliotecalazzerini.prato.it facebook.com/BibliotecaLazzeriniPrato

Redazione Nove da Firenze