Mobike appese alle antiche mura di Firenze

A segnalare l'atto vandalico è il presidente del quartiere centro storico


Un nuovo episodio di vandalismo ai danni dei mezzi del bike sharing, stavolta lo sfregio colpisce la storicità di Firenze. 

A segnalare le due mobike arancioni appese alle antiche mura del capoluogo è il presidente del quartiere centro storico, Maurizio Sguanci. 

Le biciclette sono state gettate in Arno e nei torrenti cittadini come Mugnone e Terzolle. Alcune sono state abbandonate in luoghi inaccessibili. Gli episodi di vandalismo mettono alla prova la regolare gestione del bike sharing in molte città europee. 

Redazione Nove da Firenze