Rubrica — Running

Clet firma la medaglia della Firenze Marathon 2018

Presentata in Palazzo Vecchio dall'artista e Giancarlo Romiti con l’assessore Andrea Vannucci e la presidente Maria Federica Giuliani


 Il genio di Clet rivede l'Uomo vitruviano di Leonardo e ne disegna il terzo movimento, la corsa "Nello studiare l'immagine ho messo subito da parte l'idea dello skyline, più volte utilizzata e fin troppo scontata. Ho preferito puntare l'attenzione su qualcosa che rappresentasse Firenze, la mia città, per la sua essenza storica e culturale, inseribile in un contesto sportivo come la maratona dove l'uomo è nudo con il suo corpo come unico strumento. Se esiste un artista mondiale ed immortale quello è Leonardo. Nell'Uomo vitruviano c'è tutto il senso della perfezione: la figura umana racchiusa in un quadrato ed in un cerchio. C'è l'umanesimo dentro ed è questo che ci rappresenta oggi ancor più dell'architettura rinascimentale che tutti i giorni ci circonda: l'uomo nella sua forma più pura".

La medaglia della Firenze Marathon 2018 sarà indossata dagli atleti che correranno il prossimo 25 novembre. Una prima assoluta che darà un valore aggiunto a un traguardo già ambito, unendo arte e sport.
La medaglia, ispirata al genio di Leonardo da Vinci in occasione delle prossime celebrazioni per il 500esimo anno dalla morte, è stata presentata oggi in Palazzo Vecchio dall’assessore allo sport Andrea Vannucci, dalla presidente della Commissione cultura e sport Maria Federica Giuliani, dal presidente di Firenze Marathon Giancarlo Romiti e dallo stesso Clet Abraham.

“Un altro passo nel percorso di crescita della maratona di Firenze - ha detto l’assessore Vannucci - non solo dal punto di vista della partecipazione, ma anche del coinvolgimento della città. Ogni anno un tassello in più che rende unica questa manifestazione: da questa edizione sarà arricchita da un cimelio dal valore artistico che aggiunge un nuovo elemento alla forza di un evento collettivo. Un incontro fra due belle realtà della nostra città che mette insieme la Firenze Marathon e l’opera di un artista come Clet, che di Firenze ha voluto fare la propria casa”.

“Firenze ha sempre fatto della contemporaneità la sua cifra distintiva e ha costruito su essa il suo immenso patrimonio – ha detto la presidente Giuliani - Cultura e sport si coniugano perfettamente a Firenze come dimostra la Firenze Marathon, giunta alla sua 35esima edizione. Cresciuta nei numeri e nella partecipazione offre ai maratoneti un percorso unico nella bellezza di Firenze. La medaglia realizzata per l'occasione è firmata da Clet, che ha messo a disposizione la sua apprezzatissima arte per questo progetto, onorando un evento che condividiamo sempre con entusiasmo. Mi sono impegnata personalmente – ha concluso la presidente - per far incontrare Clet e gli organizzatori della Firenze Marathon: questa medaglia è anche un piccolo riconoscimento nei confronti di un artista varie volte multato secondo il codice della strada”.

“Quando aspettiamo i maratoneti all’arrivo della maratona – ha raccontato Giancarlo Romiti, presidente di Firenze Marathon – è lampante la gioia di mettersi la medaglia al collo. Quest’anno abbiamo scelto di avere un artista di fama per disegnare la medaglia, l’emblema della maratona. E lui ci ha messo la sua personalità artistica coniugando la ricorrenza dei 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci con la purezza che l’uomo vitruviano simboleggia. Ecco, la corsa è qualcosa di naturale, la maratona è qualcosa di straordinario. Una ragione in più perché l’evento Firenze Marathon sia una festa”.

Running — rubrica a cura di Antonio Lenoci

Antonio Lenoci

Antonio Lenoci — Giornalista. Nato nel 1979 a Firenze è stato speaker radiofonico a Radio Rosa Toscana. Ha collaborato con Testate online della Toscana. Corrispondente da Firenze per Radio Bruno, network radiofonico nazionale.

E-mail: nove@nove.firenze.it