Rubrica — In cucina

Appuntamenti golosi con il Tartufo Bianco

Due week end di novembre (11-12 e 18-19) a San Giovanni d’Asso. Tre weekend di degustazioni, cultura e solidarietà alla 47^ Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di San Miniato


Il Tartufo Bianco vi aspetta a tavola, anche a Firenze.

Dopo il grande successo della scorsa edizione, Eataly Firenze ospita un nuovo grande festival tematico del Tartufo & Bollicine alla 3° edizione, il 10-11-12 novembre: il tartufo bianco e nero, in collaborazione con Savini Tartufi. In abbinamento? Le Bollicine Alta Langa, e possibilità di acquistare anche tartufo fresco. Il venerdì: dalle ore 18.00 alle ore 23.00. Il sabato: dalle ore 12.00 alle ore 23.00. La domenica: dalle ore 12.00 alle ore 21.00. Proposte speciali al tartufo a partire da un gettone = 5 €. Nella Postazione in Piazza: La cruda "La Granda" con tartufo nero o bianco "Savini Tartufi", Plin del Pastificio "Michelis" mantecati con burro "Beppino Occelli". Uovo poché cotto a 68° con tartufo nero o bianco "Savini Tartufi", Vellutata di patate con burrata "Il Parco" e tartufo nero o bianco "Savini Tartufi". Proposta a scelta con tartufo bianco o nero:  con il tartufo nero: 2 gettoni- con il tartufo bianco: 5 gettoni; al banco dei Salumi&Formaggi; Tagliere di salame al tartufo nero "Fracassa Salumi" e pecorino al tartufo "Il Fiorino" per 2 gettoni. In Panetteria Pizza romana bianca con salsiccia e tartufo nero "Savini Tartufi" per 1 gettone. Al Ristorante Tagliolino con tartufo nero "Savini Tartufi" a 16 €. Pizza bianca con fiordilatte "Bosco Gerolo", patate e tartufo nero "Savini Tartufi" a 14 €.  Al Bar Crostini al tartufo con 1 gettone. Come funziona: scegli quello che vuoi mangiare e bere. Ritira i gettoni alla cassa, pagherai con quelli.

L’antico centro storico di San Miniato per tre fine settimana diventa il più grande laboratorio del gusto a cielo aperto d’Italia. Buongustai e visitatori si incontrano per apprezzare le eccellenze enogastronomiche del territorio, in occasione del più atteso appuntamento dell’anno: la Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco che quest’anno giunge alla 47^ edizione.Il consueto taglio del nastro è previsto per sabato 11 novembre, alle ore 12, quando si darà il simbolico via libera all’apertura degli stand dislocati nelle piazze storiche di San Miniato. La kermesse, organizzata dal Comune di San Miniato e dalla Fondazione San Miniato Promozione, prosegue la domenica 12 e nei weekend 18 e 19, 25 e 26 novembre.Alla corte di Re tartufo bianco ci saranno illustri cortigiani: il vino dei Vignaioli di San Miniato, l’olio extra vergine d’oliva, i prelibati salumi, i dolci tipici locali, formaggi ed altri prodotti della filiera corta, grazie alla collaborazione con Slow Food e Campagna Amica. Più di 120 espositori presenteranno le eccellenze enogastronomiche locali, della Toscana, d’Italia e d’Europa, mentre l’Associazione tartufai delle colline sanminiatesi, guidata da Renato Battini, ci accompagnerà attraverso la ricerca dimostrativa del tartufo.Cuore pulsante di questa manifestazione si conferma l'Officina del Tartufo, lo spazio dedicato alla preparazione e degustazione di piatti al tartufo curati da importanti e prestigiosi chef nazionali ed internazionali. Inoltre personaggi dello spettacolo, dello sport e della cultura verranno insigniti del prestigioso riconoscimento di "Ambasciatore del Tartufo di San Miniato".

La Mostra Mercato di San Giovanni d’Asso, infatti, offre molte possibilità per degustare il “Diamante bianco” insieme agli altri prodotti tipici del territorio senza trascurare “divagazioni gustose” come gli abbinamenti con cioccolato e distillati ((sabato 11 alle 17) o con il vino cotto marchigiano e la panna cotta (sabato 18 alle 18). Street Food e ristoranti, degustazioni lungo il borgo, il concorso per il miglior pecorino senese, cooking show, abbinamenti con Brunello e Doc Orcia, e tanto altro. Per tutti i visitatori della Mostra Mercato di San Giovanni d’Asso e per tutti i gourmet amanti del Tartufo Bianco delle Crete Senesi, i due week end centrali di novembre (11-12 e 18-19) offrono numerosi appuntamenti golosi. La novità di quest’anno è rappresentata dalla presenza dello Street Food con una marcata componente di prodotti tipici locali. Le Contrade di Montisi presentano zuppe e bruschette con l’olio nuovo. Aziende agricole e Macellerie saranno presenti con vino Orcia, carni alla brace, insaccati, tartare al tartufo, dolci tipici. La Coop “il Tartufo delle Crete” presenta crostoni e tartine con le loro celebri creme a base di tartufo fresco delle Crete Senesi. Enoteche e ristoranti avranno i propri stand con Brunello e Rosso di Montalcino, birre artigianali, taglieri, arancini, primi e secondi al tartufo. Da Spoleto arriva l’Officina del cioccolato con i suoi celebri prodotti. Gli appuntamenti più attesi sono le “Gran Cene” del sabato (11 e 18 novembre) con Tartufo Bianco delle Crete, i vini Brunello e Doc Orcia nel ruolo di protagonisti. La Gran Cena di sabato 11, dedicata al “tartufo nella tradizione”, vede impegnati gli chef dell’Equipe “Alta Cucina” dell’Unione Regionale Cuochi Toscani. Sabato 18 novembre, invece, la Gran Cena è dedicata a “Innovazione classico e la tradizione nella modernità” con gli chef Maurizio Corridori e Claudia Bigi dell’International Chef Academy of Tuscany”. Non mancano i momenti dedicati ai bambini. Nelle domeniche 12 e 19 novembre, alle ore 11,30, il Museo del Tartufo ospita “LabMuseo Bimbi Chef” dove i più piccoli, possono provare con le proprie mani ad impastare, stendere e tagliare la pasta per preparare i tagliolini freschi, l’abbinamento perfetto con il tartufo bianco. Per i più grandi, invece, ci sono i cooking show di “Tartufo in Piazza”. Domenica 12 novembre le “Chef Lady in tour” presentano alle 15,30 due ricette che esaltano il “Diamante Bianco”: gnocchi di pane e tartufo, tortino di cavolfiore, gorgonzola Dop e tartufo. Domenica 19 novembre, sempre alle 15,30, sarà protagonista Luca Biancucci, executive chef di Cantine Avignonesi e profondo conoscitore del territorio e dei suoi prodotti, che riesce a mantenere la tradizione toscana aggiungendo un personale tocco di modernità ed innovazione in ogni suo piatto. Assolutamente da non perdere, Domenica 12 novembre, la ventunesima edizione del concorso “Sapori Senesi” per premiare il miglior formaggio pecorino in collaborazione del Consorzio Agrario Provinciale di Siena. Nella sua versione a “latte crudo” offre un’incredibile qualità e varietà di sapori ed aromi, ogni forma è diversa dall’altra. La degustazione guidata (su prenotazione) è fissata alle 11 nella Sala del Camino castello di San Giovanni d’Asso.Per chi cerca un confronto più approfondito con il Tartufo Bianco delle Crete Senesi e con i numerosi piatti della gastronomia tradizionale e non, ci sono a disposizione gli stand gastronomici e un vasto bouquet di ristoranti che per tutto il mese di novembre presentano menù speciali dedicati ai profumi e ai sapori che il Diamante Bianco può offrire.

Redazione Nove da Firenze