Calcio,serie B: Parma-Pisa-2-0, la cronaca


In terra emiliana arriva la prima sonfitta del Pisa di Bruno Giordano. I neroazzurri si presentano al Tardini con alcune assenze importanti, allo squalificato Birindelli si aggiungono gli indisponibili Zavagno, Degano e Alvarez. In difesa rientra Bonucci e Piccinni prende il posto di Zavagno. In mezzo Raggio Garibaldi fa il suo ritorno in campo dal primo minuto insieme a Genevier e Braiati, sugli esterni D'Anna e Job hanno il compito di appoggiare l'unica punta Joelson. E' proprio quest'ultimo al 2°min. ad avere l'occasione buona per portare in vantaggio il Pisa. Il suo sinistro rasoterra finisce di poco fuori alla sinistra di Pavarini. Poi i padroni di casa hanno preso in mano le redini dell'incontro senza però mai rendersi pericolosi dalle parti di Cejas. L'occasione migliore per il Parma capita sulla testa di Paci ma la sua conclusione sfiora la traversa e finisce sul fondo. La ripresa si apre con una nuova occasione per i neroazzurri, questa volta è D'Anna a calciare fuori da ottima posizione una palla respinta in malo modo da Pavarini. Al 24°min della ripresa Trevisan, partendo dalla propria metà campo, si presenta al limite dell'area avversaria ma Pavarini d'istinto gli respinge il tiro negandogli la gioia del gol. Sul Capovolgimento di fronte Leon salta due difensori neroazzurri e serve in area di rigore C. Lucarelli, da poco subentrato a Vantaggiato, Cejas è bravo a respingere il primo tiro del bomber livornese ma non può nulla sulla ribattuta dello stesso. Parma in vantaggio nel momento migliore del Pisa. Mister Bruno corre ai ripari inserendo Gasparetto per D'Anna ma Guidolin risponde levando una punta, Paloschi, per inserire un centrocampista, Lunardini, nel tentativo di chiudere ogni spazio in mezzo al campo. Al 40°min., su una punizione dubbia fischiata in favore dei padroni di casa, Leon è bravo a mettere la palla alle spalle di un incolpevole Cejas. Qui si chiude il match, il risultato premia eccessivamente i padroni di casa comunque bravi a sfruttare le poche occasioni create. Venerdì sera l'Arena ospiterà il Piacenza, l'occasione giusta per riprendere il cammino verso la salvezza e riscattare la partita dell'andata, forse una delle prestazioni più brutte dei neroazzurri.
PARMA: 1 Pavarini, 24 Paci, 5 Troest, 6 A. Lucarelli, 2 Zenoni, 17 Mariga (40'pt 10 Leon), 32 Budel, 4 Morrone, 7 Castellini, 14 Vantaggiato (18'st Lucarelli), 43 Paloschi (37'st 8 Lunardini). A disp. 31 Pegolo, 19 Falcone, 3 Antonelli, 9 Reginaldo. All. Guidolin.
PISA: 19 Cejas, 32 Viviani, 5 Bonucci (21'st L. Greco), 6 Trevisan, 77 Piccinni, 20 Braiati, 7 Job, 2 Genevier, 17 Raggio Garibaldi (11'st 21 Radovanovic), 37 D'Anna (30'st 30 Gasparetto), 14 Joelson. A disp. 1 Morello, 26 Feussi, 80 Guglielmi, 84 Antenucci. All. Bruno Giordano.
Arbitro: Saccani di Mantova (Masotti-M.Bernardoni)
Reti: 25'st C. Lucarelli, 40'st Leon
Ammonizioni: Paci, Budel, Lunardini (Pr); Cejas, Job, L.Greco (Pi)
(fonte Pisa Calcio)

Redazione Nove da Firenze