Parco di Pratolino: 1.100 visitatori per la riapertura

Apertura anche per il Parco Avventura Il Gigante. Tra le vie e le piazze stand gastronomici e mercatini di prodotti agroalimentari e artigianali; degustazioni e laboratori e numerosi appuntamenti anche per gli amanti dell’andar lento. In migliaia fino a domenica “Foodies Festival” di Castiglioncello


Riapertura con entusiasmo del Parco di Pratolino. Ben 1100 sono stati i visitatori che hanno inaugurato la nuova stagione 2015. Dal 25 Aprile al 31 Maggio il vicino Parco Avventura il Gigante sarà aperto il pomeriggio dalle ore 14 alle 19. Per info e prenotazioni: 3203261243 (servizio di catering incluso ove richiesto).

Nel pomeriggio di domenica 26 aprile le bande musicali della Toscana invaderanno le piazze di Firenze per salutare l’inaugurazione del 78° Maggio Musicale Fiorentino 2015. Riprendendo un’idea di Luciano Berio, che nel 1984 volle aprire il Festival affidato alla sua direzione artistica con un’analoga manifestazione, le melodie popolari suonate dalle bande coinvolgeranno tutti i cittadini di Firenze e gli ospiti stranieri in una gioiosa anteprima del Maggio. Si ascolteranno le marce che suonavano i complessi bandistici durante gli anni di Firenze Capitale (1865-1870) e che accompagnarono i nostri soldati durante la Grande Guerra (1915-1918). Dalle ore 16.00 nelle Piazze della Signoria, San Lorenzo, Santa Maria Novella e del Carmine si esibiranno rispettivamente la Filarmonica “Giacomo Puccini” di Follonica (Grosseto), il Corpo Musicale “Giacomo Puccini” di Montevarchi (Arezzo), la Banda “Bonaventura Somma” di Chianciano Terme (Siena) e il Complesso Filarmonico “Giacomo Puccini” di Borgo a Buggiano (Pistoia). Dalle ore 17.00 nelle Piazze della Repubblica, San Giovanni e Santo Spirito suoneranno la Filarmonica “Pietro Mascagni” di Cecina (Livorno), la Filarmonica “Giacomo Puccini” di Segromigno in Monte (Lucca) e la Filarmonica “S. Cecilia” di Levigliani di Stazzema (Lucca). Sempre alle ore 17.00, sul Piazzale Vittorio Gui davanti all’Opera di Firenze, inizierà la sua esibizione la Filarmonica “Gioachino Rossini” di Firenze, la voce bandistica della città, fondata nel 1867, proprio nel periodo in cui Firenze fu Capitale d’Italia. Dalle ore 17.30 le bande confluiranno al Piazzale Vittorio Gui e continueranno a suonare fino alle ore 19.30 quando, in un momento musicale di alta spettacolarità, tutte insieme eseguiranno l’Inno alla gioia dalla Nona Sinfonia di Ludwig van Beethoven. L’imponente manifestazione, che coinvolgerà circa 500 musicisti, è organizzata in collaborazione con l’Anbima, l’Associazione Nazionale Bande Italiane Musicale Autonome, di cui ricorre nel 2015 il 60° anniversario della Fondazione, e con il Comune di Firenze.

L’iniziativa delle Domeniche ai Musei è organizzata dal Comune di Fiesole e permetterà di vivere esperienze speciali nel complesso museale comunale. Il 26 aprile arriva il terzo appuntamento con ‘Giovani archeologi al lavoro’. Il laboratorio permetterà ai ragazzi con l'aiuto di un archeologo un'emozionante scoperta: reperti etruschi, romani e longobardi affioreranno lentamente dalla terra, aiutandoci nella ricostruzione della storia di Fiesole. L’attività è consigliata per bambini di età compresa fra 6 e 10 anni. Tutte le domeniche fino al 7 giugno l’appuntamento è al Museo Civico Archeologico con le attività rivolte ai piccoli che offriranno l’occasione di trascorrere in modo piacevole la domenica scoprendo le ricchezze storico-artistiche e paesaggistiche del nostro territorio. Le iniziative, che si tengono a partire dalle ore 15.30, hanno un costo di 5,00 euro a bambino mentre il genitore accompagnatore potrà visitare gratuitamente il Museo Bandini, l’Area e il Museo Archeologico. Per ogni attività è previsto un numero di partecipanti minimo di 16 e massimo di 20 persone. Per iscriversi è necessario rivolgersi alla Biglietteria dei Musei di Fiesole (via Portigiani, 3): tel. 055.5961293, fax055.5961280, e-mail infomusei@comune.fiesole.fi.it

Sono quasi trenta i diversi cibi di strada che fino a domenica 26 aprile, lo Streetfood Tour ha portato a Castiglioncello (Livorno), nell’area dedicata a questa forma di cibo all’interno del Foodies Festival, la manifestazione gastronomica che nasce con l'obiettivo di mettere la nota località turistica della costa livornese al centro di quell'interesse nazionale che ruota attorno al mondo del cibo. In un tratto di Via Aurelia in zona di Portovecchio dalle 11 alle 24 di domenica 26 aprile con ingresso gratuito si potranno trovare oltre 20 cibi di strada, da quelli siciliani a quelli piemontesi, passando anche per alcune prelibatezze straniere. Grande novità anche la presenza di alcuni “food truck”, tra cui le apecar che saranno posizionate in Piazza Vittoria tra lo Streetfood village tradizionale di qualità in zona Portovecchio e il Castello Pasquini dove i ristoranti e botteghe della rete di Vetrina Toscana saranno accanto a chef stellati come Giuseppe Mancino, Sergio Barzetti, Matia Barciulli, Maria Probst, John Regefalk e direttamente da Masterchef, Alessandro Borghese, protagonisti di cooking show. L’area Streetfood sarà all’interno dell’evento organizzato dal CCN Castiglioncello (Centro Commerciale Naturale) e dal Comune di Rosignano Marittimo, della Camera di Commercio di Livorno, della Coop Toscana e Lazio e della Regione Toscana vuole affrontare il tema food secondo specifiche macro-tematiche: popolarità, salute/lavoro ed eccellenza. Per popolarità si intende una vasta area dedicata a mostre mercato di prodotti alimentari quali birre artigianali, vino, olio, ortaggi, verdure e molto altro ancora. L'intera via Aurelia, nella zona di Portovecchio, sarà dedicata (grazie alla collaborazione con l'associazione Street Food Italia) al meglio di quanto l'intero stivale possa offrire in tema di cibo di strada con oltre 20 banchi a rappresentanza delle piùparticolari tradizioni culinarie italiane.

Musica, trekking, degustazioni, mostre e gli immancabili carciofi fritti. Torna “Chiusure in piazza”, con un week end ricco di appuntamenti domenica 26 aprile dedicati al prodotto simbolo del caratteristico borgo che si erge su calanchi mozzafiato. Ad allietare la due giorni tra le vie e le piazze ci saranno lo stand gastronomico e il mercatino di prodotti agroalimentari e artigianali. Per tutti i visitatori anche la possibilità di conoscere i segreti nascosti dell’agroalimentare locale con degustazioni e laboratori. Numerosi gli appuntamenti in calendario anche per gli amanti del trekking che potranno seguire percorsi mozzafiato tra calanchi e biancane. Chiusure in piazza è organizzato dall’amministrazione comunale di Asciano in collaborazione con la Pro Loco e Biancane Servizi. L’apertura del mercatino di prodotti artigianali e agroalimentari e dello stand gastronomico e alle 10 con il trekking tra paesaggi mozzafiato “CamminaFacile” e adatto a famiglie, camminatori, amanti della fotografia, assaggiatori di prodotti tipici. Alle 11 torna Agri-Cultura con “Degustazioni raccontate” dei prodotti del paniere di Asciano (su prenotazione) e alle 11,30 la presentazione del progetto “Asciano: catalogo del patrimonio storico-artistico-culturale del nostro territorio”. Dalle 14,30 “Costruisci il tuo aquilone”, laboratorio per bambini dedicato alla costruzione di fantastici aquiloni in collaborazione con gli Aquilonisti del Trasimeno. Alle 14,45 di nuovo lo Spazio Agri-Cultura con “Conversando sul carciofo”, tre regioni a confronto su caratteristiche, curiosità e ricette legate al carciofo in collaborazione con l’Associazione Italiana Food Blogger. Alle 16 “Quando la banda passò…”, esibizione del corpo bandistico della Filarmonica Giuseppe Verdi di Asciano mentre alle 17,30 è in programma la presentazione della Doc delle Grance Senesi: la vocazione vitivinicola del nostro territorio. La giornata terminerà con la premiazione del concorso “Sapori ad Arte” con la scelta dell’immagine che sarà usata per la campagna pubblicitaria di Sapori delle Crete 2016 (ore 18,30) e con la Cena Godereccia.

Domenica 26 aprile, ultimo giorno di “Cetona in fiore”, il programma inizierà alle ore 10.30 con la visita guidata ai giardini privati di Località “Poggio Olivo” e proseguirà alle ore 11 con il corso di cucina dedicato alla preparazione di sciroppi ai fiori, sali aromatizzati, burro aromatico, deliziosi zuccherini da caffè e petali canditi. Nel pomeriggio, alle ore 15.30, è prevista l’ultima visita ai giardini privati del centro storico, mentre alle ore 16 avrà inizio il laboratorio creativo di danza- yoga, aperto ai bambini da 5 ai 12 anni. “Cetona in Fiore” si chiuderà alle ore 16 con il corso di cucina dedicato alla preparazione di salse. Per informazioni e prenotazioni di laboratori e show cooking, è possibile contattare il numero 0578- 238153 oppure inviare un’e-mail all’indirizzo proloco@cetona.org. Il programma completo di “Cetona in fiore” e altre informazioni utili sono disponibili anche sul sito della Pro Loco di Cetona, www.cetona.org.

 Domenica, dalle ore 9.00 al tramonto, in piazza Mazzini torna l'appuntamento con Pescia Antiqua: Pinocchio Associazione Culturale e di Comunicazione e l'Assessorato alle Attività Produttive hanno allestito una nuova edizione della mostra-mercato-scambio più attesa dagli appassionati di collezionismo, vintage, modernariato e antichità. Una bella novità arriva ad arricchire ulteriormente l'evento: in Borgo della Vittoria i visitatori potranno ammirare una colorata rassegna di auto e moto d'epoca, una piccola anticipazione di Toscana Auto Collection, la mostra mercato di tutto quanto concerne i mezzi a due e quattro ruote a motore che, dal 1 al 3 maggio, animerà il Mercato dei Fiori di Pescia. Nella piazza già sede del mercato cittadino, come di consueto, al fianco dei numerosi banchi riservati ad artigiani, antiquari e collezionisti provenienti da tutta la Toscana, sono stati previsti spazi anche per i produttori di gastronomia tipica e per le tante, preziose associazioni di volontariato attive sul territorio comunale; sui banchi appassionati e semplici passanti troveranno esposti migliaia di oggetti, di pezzi di storia: mobili e accessori d'arredamento, monete e francobolli, libri e utensili da lavoro, giocattoli di latta ed elmetti militari. Colori, rumori, profumi, sensazioni che rievocano il passato, raccontando vite trascorse, ora in cerca di una nuova casa, di un nuovo padrone, per allungare una esistenza già ricca di valore storico; dalle ore 16.00 alle ore 19.00 l’antico palazzo del Palagio si aprirà gratuitamente al pubblico per consentire la visita alla splendida Gipsoteca Libero Andreotti, con l’esposizione delle sculture in gesso del grande artista nato a Pescia. Aperto anche, nel pomeriggio, il Museo Storico della Banda Musicale G.Gialdini, al terzo piano del Teatro Comunale 'G.Pacini', con la sua ricca collezione di strumenti musicali, spartiti originali e abiti e costumi d'epoca. Nel corso di Pescia Antiqua i negozianti del centro storico offriranno un’apertura festiva straordinaria, per offrire ai visitatori la più vasta possibilità di scelta; per informazioni, chiamare il 3312098756 o scrivere a studiopinocchio2006@alice.it.

Redazione Nove da Firenze