sabato 29 novembre 2014

Le maggiori iniziative per il giorno di Pasqua e il 25 aprile

Mostre, eventi e fiere in alcune delle località della Toscana in occasione delle Festività Pasquali e del giorno della Liberazione

FESTIVITÀ PASQUALI — Firenze celebra solennemente il 66° anniversario della Liberazione nazionale. Il programma del 25 aprile inizierà alle 10.15 in piazza dell'Unità Italiana, dove saranno deposte corone di alloro al monumento ai Caduti di tutte le guerre, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, con i gonfaloni del Comune di Firenze, della Regione Toscana e della Provincia di Firenze, la bandiera del Comitato Toscano di Liberazione Nazionale del Corpo Volontari della Libertà e i labari delle associazioni dei partigiani. Saranno lette preghiere di don Massimiliano Ammazzini per la chiesa cattolica, del pastore Pawel Gajeschi per la chiesa evangelica e un messaggio della comunità ebraica.
Dopo la cerimonia partirà un corteo, preceduto dalla Filarmonica Rossini, che raggiungerà Palazzo Vecchio, dove alle 11 nel Salone dei Cinquecento è previsto l’intervento del sindaco Matteo Renzi. Alle 17 in piazza Signoria si terrà il concerto della Filarmonica Rossini

Riapre il Parco di Pratolino
Domenica 24 aprile riapre, dopo la chiusura invernale, il Parco mediceo di Pratolino. Lo splendido complesso verde, voluto da Francesco I de' Medici per Bianca Cappello, con i suoi eccezionali tesori, a partire dal colosso dell'Appennino del Giambologna, resterà aperto anche per la giornata del Lunedì di Pasqua, con orario 10-18.
Da maggio a ottobre il Parco sarà visitabile nei giorni di sabato, domenica e festivi, con orario 10-18 in maggio, settembre e nel primo fine settimana di ottobre; 10-19 nei restanti mesi da giugno a agosto. Aperto anche il punto ristoro nell'antico edificio della Locanda.
Notizie storiche e altre informazioni sul parco alla pagina http://www.provincia.fi.it/pratolino/

Gli appuntamenti di Palazzo Medici Riccardi
Palazzo Medici Riccardi, che ha visto la presenza di oltre 25mila persone nel primo trimestre di quest’anno (dato in crescita rispetto allo stesso periodo del 2010), si prepara ad accogliere turisti e visitatori con una molteplice offerta di mostre ed eventi.
Palazzo Medici Riccardi. Il palazzo, anche per Pasqua e Pasquetta, rimarrà aperto secondo i consueti orari (ore 9-19). L’ingresso è di 7 euro (prezzo intero) e di 4 euro per gli studenti (scuole superiori ed università), gruppi di almeno 15 persone, militari, bambini tra i 6 ed i 12 anni, persone oltre i 65 anni, soci ACI, CTS, Touring Club, ICOM. I biglietti consentono l’accesso, oltre al capolavoro di Benozzo Gozzoli “La Cavalcata dei Magi” ed al percorso museale, a tutte le mostre presenti all’interno del Palazzo.
“Anne Frank. Una storia attuale”. Palazzo Medici Riccardi accoglie, fino al prossimo 8 maggio, la mostra "Anne Frank, una storia attuale". L'esposizione - realizzata dalla Fondazione Anne Frank House di Amsterdam - è promossa e ospitata dall'Istituto Storico della Resistenza in Toscana (ingresso da via Cavour 3), con il sostegno dell'Ambasciata dei Paesi Bassi e della Provincia di Firenze. La mostra illustra il tema della persecuzione degli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale attraverso la biografia di Anne Frank. Le fotografie, in gran parte inedite, le immagini e le citazioni delle pagine del diario di Anne Frank fanno emergere le condizioni in cui una famiglia ebrea fu costretta a vivere durante il periodo nazista. L'intreccio di 2 piani narrativi, la storia di Anne e della sua famiglia da un lato e gli eventi che stanno travolgendo l'Europa in quegli stessi anni dall'altro, riesce a porre efficacemente in rilievo temi quali il fanatismo politico e la ricerca di un capro espiatorio, le epurazioni, l'atteggiamento nei confronti degli ebrei, la Shoah e le violazioni dei diritti umani. L'ingresso è gratuito, con orario 9.30-13.00 e 15.00-18.30, tutti i giorni, festivi inclusi ed escluso il mercoledì.
“L’omaggio alla danza di Ottavio Troiano”. Sperimentatore eclettico solitamente impegnato nella realizzazione di affreschi e installazioni, egli festeggia con la mostra "Omaggio alla danza" in programma dal 16 aprile al 1° maggio nella Limonaia di Palazzo Medici Riccardi, i suoi trent’anni di frequentazione con la danza (tra le sale-ballo del Maggio Fiorentino, dello Stuttgart Ballet e dello Staatsballett Berlin). C’è la lotta quotidiana alla sbarra di Nureyev, il cui busto, negli anni '80, sta perdendo la tonicità degli anni gloriosi. C’è Malakhov, oggi, con il suo corpo plastico e longilineo pronto a plasmarsi in nuove forme. O Marcia Haydée, colta in riposo, i capelli corvini enfatizzati sulle spalle appena ricurve e lo sguardo attento e malinconico. L'ingresso è incluso nel prezzo del biglietto di Palazzo Medici Riccardi, con orario 9.00-18.30 (chiuso il mercoledì).
“Innocenti visioni”. La mostra ‘Innocenti visioni’, è un progetto nato da un’idea di Alessandro Matta in collaborazione con l’associazione Tommy nel Cuore. All’interno della Galleria di Via Larga (via Cavour 7 rosso) saranno esposte dal 23 aprile (inaugurazione in programma alle ore 18) al 1° maggio una trentina di opere del Matta e circa una sessantina di disegni dei bambini delle scuole elementari di Tizzano e Lagrimone (Parma) che hanno liberamente interpretato alcuni quadri dell’artista. Quello che ci presenta Alessandro Matta è un mondo che appare immerso in un’atmosfera surreale, fantastica, dove le presenze, rigorosamente femminili appaiono sospese tra realtà ed illusione grazie ad un brillante rimescolio fra immagini oniriche e cose di tutti i giorni. Questo evento è stato organizzato con lo scopo di raccogliere fondi per l’associazione Tommy nel Cuore, metà del ricavato dalla vendita delle opere sarà infatti devoluto in beneficienza all’associazione.
L’ingresso è libero, con il seguente orario: mattina - da lunedi a venerdi 9.00 - 13.00; pomeriggio - lunedi e giovedi 15.00 - 17.00; sabato e domenica - 11.00 - 18.00.

Fiesole
L’iniziativa le “Domeniche ai Musei” organizzata dai Musei di Fiesole torna e raddoppia. Domenica 25 e lunedì 26, in occasione della Pasqua e della Pasquetta, è possibile partecipare alle numerose attività per grandi e piccoli: dai giochi per conoscere divertendosi l’Area Archeologica e i tesori custoditi nei musei comunali agli itinerari tra i resti della Fiesole antica, fino ai percorsi per scoprire le trasformazioni urbanistiche della città.
Il ritrovo è alle ore 15.30 alla biglietteria del Museo Archeologico (via Portigiani, 1).
Le iniziative sono gratuite e per parteciparvi è necessaria la prenotazione. Ogni appuntamento prevede un numero di partecipanti minimo di 10 e massimo di 20 persone.
Per informazioni e/o prenotazioni telefonare allo 055.5961293 o infomusei@comune.fiesole.fi.it .
Di seguito le attività in programma.
Bambini: attività per giocare
- Giovani archeologi al lavoro. Sotto la guida di un archeologo, i ragazzi parteciperanno a una emozionante scoperta: reperti etruschi, romani e longobardi affioreranno lentamente dalla terra, aiutandoci nella ricostruzione della storia di Fiesole.
- Gioco dell’Oca. Le piscine e le palestre delle terme romane, il tempio di Minerva e il Teatro saranno le caselle di un insolito percorso del gioco dell’oca.
- Giallo al Museo. Qualcosa di insolito è avvenuto nelle sale dei Musei, qualcosa o qualcuno è sparito e non si trova; la raccolta degli indizi giusti in mezzo a tracce ingannevoli è la sola strada per la soluzione.
Le iniziative sono consigliate per bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni.
Adulti: percorsi
- Sulle tracce degli Etruschi e dei Romani. Un itinerario tra i resti di Fiesole antica: dalla sede degli Àuguri, i depositari dei segreti nascosti nel cielo, lungo le mura ciclopiche fino alla necropoli etrusca.
- Percorso bandiniano. Avvicinarsi a Fiesole lungo la “via vecchia fiesolana”, passando da Sant’Ansano, e da lì, sotto villa Medici, fino a Fiesole, nel Museo Bandini, dove oggi è esposta la preziosa collezione di tavole del Trecento e Quattrocento e di terrecotte robbiane.
- Fiesole nell’Ottocento. Con l’Unità d’Italia e Firenze capitale inizia la trasformazione urbanistica di Fiesole: un percorso di visita alla scoperta di un periodo storico fiesolano meno noto.

Certaldo
Pasqua a Certaldo con tutti i Musei aperti e con la possibilità di salire di nuova sulla torre panoramica di Casa Boccaccio, chiusa pochi giorni orsono per dei piccoli lavori di manutenzione straordinaria per garantire più sicurezza ai visitatori e che riapre da venerdì 22 aprile.
Casa Boccaccio e Palazzo Pretorio saranno aperti tutti i giorni delle festività pasquali con orario 9.30-13.30 e 14.30-19.00, visitabili con un biglietto unico dal costo di 4 euro.
Con il biglietto si potranno visitare anche due mostre, allestite entrambe in Palazzo Pretorio.
Nelle sale al primo piano, la mostra di dipinti e disegni dell’artista Luigi Coppa, evento attorno a cui ruota tutta una serie di iniziative intitolate “L’Africa e noi”. In esposizione ci sono 56 opere a tecnica mista, tra le quali predominano gli acquerelli, tutti ispirati a paesaggi e vita africane. Fino al 7 maggio.
Sempre in Palazzo Pretorio, al piano terreno, da venerdì 22 aprile a domenica 1 maggio sarà possibile visitare “Obiettivo Mercantia - emozioni e sogni in sette racconti fotografici d'autore”. Mercantia è vista nelle foto di Massimo Agus, Antonio D'Ambrosio, Claudio Gaiaschi, Luca Lauretti, Stefano Marino, Michele Spinapolice, Luisa Valieri. Testi di Denis Curti e Alessandro Gigli. Una mostra fotografica che è la riproposizione di una storica mostra già allestita nel 2000 con la realizzazione di un prezioso catalogo e che oggi viene riproposta in vista della XXIV edizione di Mercantia che si svolgerà dal 13 al 17 luglio.

Lunedì 25 aprile, dalle ore 20, il Centro “I Macelli” ospita un doppio evento dedicato all'arte contemporanea ed alla Festa di Liberazione.
Il primo evento dalle ore 20 sarà la quarta puntata di «Fu Ora», progetto di arte contemporanea, con l’installazione Shelf life, creazione della East Carolina University e di Justin Randolph Thompson. Il lavoro realizzato da questi studenti riflette sull’ importanza della cultura del singolo individuo come di un popolo. L'installazione sembra uno scaffale, vista da lontano, uno scaffale dell’intimità, dei pensieri, segreti o scoperti ma che tendono per natura ad una condivisione con l’ esterno, con l’ altro. Composta da una struttura di ferro inserita nella facciata, che ha forti richiami all’ abaco, i richiami visivi hanno a che fare con le opere di Rauschenberg e Johns, i così definiti Informali.
A seguire, alle ore 21.30, ingresso libero, lo spettacolo «E nel cielo volano le allodole», lavoro teatrale a cura di Oranona Teatro di Certaldo per la regia di Carlo Romiti. Spettacolo appositamente creato per la ricorrenza del 25 aprile, con diciotto attori che si alterneranno sul palco per far rivivere, attraverso brani poetici tratti da vari autori – partigiani, intellettuali, poeti - , le angosce, le sofferenze, gli atti di coraggio e le incertezze di quegli anni: così travagliati e così pieni di speranza per la liberazione dalla guerra, dalla sofferenza e dalla morte.
“Non bisogna dimenticare niente di quel tempo – dice Carlo Romiti – la libertà conquistata è un fatto troppo prezioso per non essere continuamente alimentato. E’ con questo spirito che abbiamo ideato questo spettacolo, perchè anche un piccolo contributo teatrale puo' divenire profondo e incisivo se colpisce il cuore.
Infoline: I Macelli – Certaldo, www.imacelli.it, imacelli@yahoo.it, tel 0571 662482

Val di Bisenzio
Le tre amministrazioni comunali della Val di Bisenzio il 25 aprile si riuniranno per celebrare insieme la Festa della Liberazione.
L'appuntamento è per lunedì prossimo a Vaiano. La manifestazione vedrà la partecipazione delle autorità di Vaiano, di Cantagallo e di Vernio, ex sindaci valbisentini, rappresentanti dell'Anpi, ex partigiani, sindacati, Spi, esponenti dei partiti politici del centro sinistra del territorio, e l'accompagnamento della Banda di Schignano.
La manifestazione inizierà alle ore 9,30 con il ritrovo di tutti i partecipanti nella piazza del Comune; alle 10, alla Badia di Vaiano è prevista la messa in suffragio dei caduti; poi alle 10,30 sfilerà il corteo attraverso le principali strade del territorio comunale, dal viale Fratelli Rosselli a via Vannoni, poi via Braga fino alla piazza del Monumento. Alle ore 11, davanti al monumento, si terrà la cerimonia alla presenza dei sindaci dei Comuni della Val di Bisenzio, sarà deposta una corona d'alloro e verranno letti alcuni brani tratti da libri e ricordi partigiani. Le letture saranno effettuate dall'assessore alla Cultura del Comune di Vaiano, Aurora Castellani, e dalla responsabile del Cdse Alessia Cecconi.

Vaglia
Il 25 aprile un giorno per non dimenticare la Liberazione nazionale, ma anche un tragico fatto avvenuto nel territorio di Vaglia. Lunedì 25 aprile a Vaglia ci saranno due ricorrenze da celebrare, la prima è sicuramente quella della Liberazione che prenderà il via lunedì a Bivigliano alle 10,30 nella Chiesa di San Romolo con la Santa Messa, successivamente partirà il corteo per la deposizione delle corone ai cippi in memoria dei caduti.
La seconda commemorazione riguarda l’Eccidio di Cerreto Maggio, avvenuto il 10 aprile 1944 (giorno dopo pasqua) nel quale persero la vita 7 civili. Qui la commemorazione inizierà alle 10,30 nella Chiesa di Cerreto Maggio. La celebrazione avrà quest’anno un significato particolare, visto che ha preso il via alla procura militare di Verona il processo per questo tragico fatto. Nei giorni scorsi è stato anche sentito dal giudice il primo testimone, parente di una delle vittime Piero Sarti Fantoni.
Sempre nell’ambito delle celebrazioni per la Liberazione venerdì 29 aprile alle 21 nella Sala Consiliare Sandro Pertini a Vaglia, sarà presentato il libro “Buio prima dell’alba. I delitti di San Michele” di Enrico Solito.
“Queste celebrazioni – spiega il Sindaco di Vaglia Fabio Pieri – giungono in un momento molto importante, per prima cosa perché quest’anno è il 150° anniversario dell’Unità d’Italia e il 25 aprile è parte integrante della nostra storia. Ancor più importante il fatto che finalmente è in corso il processo per punire i colpevoli dell’eccidio”.
Sesto Fiorentino
Si terrà il prossimo 25 aprile la 37° edizione del Trofeo Frosali, la corsa agonistica di 14 chilometri e non competitiva di 6 chilometri promossa dal Gruppo Sportivo Club Ausonia. La gara, che partirà alle 9 da piazza Vittorio Veneto, è patrocinata dal Comune di Sesto Fiorentino e dall’Istituzione Sestoidee. Nell’ambito del Trofeo Frosali è organizzata anche la 6° manifestazione “Dai comincia a correre”, corsa dedicata ai più giovani con iscrizioni e arrivo in piazza Ginori

Rufina
Rufina celebra la festa della Liberazione: Lunedì 25 aprile alle ore 10 ci sarà la manifestazione ufficiale ed il corteo organizzati dai Comuni di Pelago, Pontassieve e Rufina a Pontassieve.
Successivamente sabato 30 aprile in mattinata alla Scuola Mazzini di Rufina ci sarà la testimonianza di una sopravvissuta all’Eccidio di Berceto Vera Vangelisti dedicata ai ragazzi, la sera alle 21 al Piccolo Teatro di Rufina sarà presentato lo spettacolo “Nada – La Ragazza di Bube” tratto dall’omonimo libro di Massimo Biagioni, che sarà presente insieme a Nada Giorgi.

Pelago
Pasquetta con la “Biofioricola” e tra gli eventi più interessanti della giornata c’è l’inaugurazione della sede della Proloco di Pelago.
La manifestazione si svolgerà, come sempre, il 25 aprile: dalle 9 alle 19 in via Vittorio Emanuele II e Piazza Ghiberti ci sarà la tradizionale mostra mercato di prodotti biologici, fiori, artigianato artistico, oltre a questo si troverà nel centro storico il punto di degustazione di prodotti tipici delle aziende del territorio a cura della Proloco. Parlando proprio della Proloco lunedì sarà un giorno particolarmente importante per questa associazione, alle 10 sarà infatti inaugurata, alla presenza di numerose autorità compreso il Sindaco Renzo Zucchini, la sede dell’associazione all’interno di Palazzo Ripi (in piazza Ghiberti). La Proloco di Pelago, presieduta da Gianluca Cotoneschi, è attiva da circa 2 anni ed ha dato un contributo importante alla promozione del territorio pelaghese. Adesso l’associazione con la nuova sede potrà meglio attivarsi e lavorare anche sfruttandone la posizione nel centralissimo Palazzo Ripi.
Durante la giornata di lunedì si potrà, inoltre, visitare la mostra mercato “Pelago insieme per il volontariato” che presenterà i lavori delle associazioni Auser , Gruppo Lucia Rasponi – Terza età e il Progetto Sartoria-Kigoma Tanzania- “Jane Goodall Institute”. Durante la mattinata sarà anche inaugurata la mostra “I silenzi”, dipinti e maioliche di Renzo Del Lungo. Per tutto il giorno, dedicata ai più piccoli l’animazione di Antonio e i suoi animali, ovvero “l’Arca di Antonio”.
Alle 13 alla Casa del Popolo, al Centro Pastorale G. La Pira e all’Osteria Scioa ci sarà il pranzo a base di prodotti tipici del territorio, sempre al Centro Pastorale La Pira “Primi passi un tournè 3,2,1,0 Stazione di Campo di Marte…si parte” spettacolo a cura del Circo Tascabile. Dalle 15,30 in Piazza Ghiberti e Piazza della Repubblica rivivranno gli antichi mestieri: il maniscalco, le impagliatrici di fiaschi, i materassai della lana, l’impagliatore di sedie, il calzolaio, disegno e cucito, inoltre Mastro Pasticcio famoso cuoco pelaghese realizzerà in diretta le sue famose rose di marzapane. Alle 17 in Piazza Ghiberti sotto le logge di Palazzo Ripi canti tradizionali toscani a cura del Coro ‘900.

Gaiole in ChianteSecondo appuntamento con la Fiera della Ceramica, che lunedì 25 aprile, dalle ore 10 alle ore 19 in Piazza Ricasoli a Gaiole in Chianti, offrirà l’occasione di ammirare e acquistare preziose ceramiche, ma anche l’opportunità, per i giovani, di creare un oggetto con le proprie mani. Durante la Mostra mercato, aperta dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 15.30 alle ore 17.30, sarà infatti attivo un laboratorio per ragazzi che, guidati dai maestri ceramisti, potranno manipolare la creta e creare un prodotto finito e pronto per la cottura. Gli interessati potranno ricevere tutte anche le informazioni relative al processo di realizzazione dei manufatti in ceramica.
L'evento, promosso dal Comune di Gaiole, con la determinante collaborazione dell'associazione di ceramisti "Arte della Ceramica", vedrà partecipare circa venticinque espositori provenienti da varie parti della Toscana, ma anche da Francia e Germania, tra i quali Pascale Jabain, Terranova Bracciolini; Paul Massimo Popple, Montespertoli; Maria Letizia Duranti, Montespertoli ; Andrea Biagini, Barberino Val D’elsa; Stefano Innocenti, Sesto Fiorentino; Roberto Bonini, Reggello; Perla Guidotti, Vaiano; Umi Amanuma, Fiesole; Sandra e Stefano Giusti, Pelago; Olivier Fernandez, Gaiole in Chianti; Angela Pianigiani, Radda in Chianti; Simona Baldelli, Terna; Valentina Carroli, Pietraviva; Emma Draghi Firenze; Maria Lorimer, Scandicci; Riccardo Gori, Castelfiorentino; Helene Carlot, Francia; Lorenza Adami, Firenze; Francine Dufour, Castellina in Chianti; Silvia Redditi, Montevarchi; Mariantonietta Ciccia, Giuliano Terme; Tiare di Zurchi Stefania, Cividale del Friuli; Annah Schaeffler, Sassofortino; Andrea De Paoli, Verona; Margherita Piontelli, Gaiole in Chianti.

Redazione Nove da Firenze