71° anniversario della Repubblica Italiana

Il programma delle celebrazioni di venerdì 2 giugno 2017


Firenze – Venerdì festa della Repubblica, celebrazione di quel 2 giugno del 1946 nel quale gli italiani vennero chiamati alle urne per decidere quale forma di stato fosse meglio per il Paese tra la Monarchia e la Repubblica, una ricorrenza importante che vuol ricordare la scelta libera e consapevole che il popolo italiano fece tanti anni fa.

Una serata all’insegna dell’Italia Unita, questo il filo rosso che caratterizzerà a Fauglia la presentazione del libro di Fabio Bertini, “Le comunità toscane durante il Risorgimento” (Debatte editore, Livorno 2016), in programma per venerdì 2 giugno alle 21.15, a Fauglia (Pisa), presso la Biblioteca comunale. “Partecipare a questo incontro, patrocinato dal comune e dall’associazione mazziniana italiana, ha per me un doppio significato – sottolinea il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani – significa celebrare la Festa della Repubblica, facendo memoria e tenendo alti i valori risorgimentali e continuare il mio tour istituzionale nei comuni toscani”.

Festa della Repubblica a San Casciano sulle note di Mozart, Schubert e Cristofori. Il Teatro Niccolini celebra il settantunesimo anniversario della Liberazione con due eventi musicali di alto profilo artistico, in programma il 1 e il 2 giugno. Protagonista l'Orchestra sinfonica del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze che delizierà gli studenti con una lezione concerto giovedì 1 alle ore 10.30 e uno spettacolo dedicato alla Festa della Repubblica venerdì 2 alle ore 18.30. L'appuntamento prevede la collaborazione delle classi di composizione dei maestri Roberto Becheri, Paola Furlani, Michele Ignelzi, Barbara Rattagliati e la Classe di Direzione d'orchestra del maestro Alessandro Pinzauti per il progetto “Comporre e dirigere”. Il repertorio del doppio evento mette in campo uno dei capolavori di Mozart, autore della Sinfonia n. 41 in Do maggiore K 551, detta anche Jupiter. Si tratta dell'ultima sinfonia di Wolfgang Amadeus Mozart,completata a Vienna il 10 agosto 1788. Per l'anniversario della Liberazione nella sala del Niccolini riecheggeranno le armonie di Schubert e della sua Sinfonia 6 in Do maggiore. Di Matteo Cristofori sarà eseguito un concerto breve per violino e orchestra. L'iniziativa è promossa dal Comune di San Casciano in collaborazione con il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze. Ingresso libero.

Il Comune di Reggello celebra la Festa della Repubblica. L’appuntamento è per venerdì 2 giugno alle 17,30 in Piazza Potente, dopo il tradizionale saluto delle Autorità ci sarà il Concerto per la Festa della Repubblica eseguito dall’Orchestra dell’Associazione Musicale Giovanni da Cascia-Filarmonica G. Verdi diretta da Massimo Cardelli. Saranno eseguite musiche diWilliams, Orff, Respighi, Menkel. In occasione delle celebrazioni del 2 giugno è prevista anche un’apertura straordinaria dell’Ufficio di Informazioni turistiche del capoluogo adiacente il Palazzo Comunale con orario 17-19.

A Scarperia il Sindaco Federico Ignesti, assieme alla Giunta e all'intero Consiglio Comunale di Scarperia e San Piero, consegnerà una copia della Costituzione Italiana a tutti i ragazzi che sono diventati o diventeranno maggiorenni durante l'anno in corso. "Sarà un'occasione per ricordare, e a volte riscoprire, alcuni valori che troppe volte rischiamo di dare per scontati" afferma il Sindaco Ignesti "La libertà, insieme ad altri diritti fondamentali e inalienabili che essa sottende, ha il suo apice massimo nella nostra costituzione, che è figlia di quella decisione presa tra il 2 e il 3 giugno del '46". La celebrazione sarà anche un'occasione per informare i ragazzi stranieri, residenti nel comune, della possibilità offerta dalla legge 91/1992 di acquisire la cittadinanza italiana (se interrottamente residenti nella nazione dalla nascita) attraverso una semplice dichiarazione. L'invito è rivolto dunque a tutti i ragazzi classe '99 di Scarperia e San Piero e ai loro genitori per presentarsi venerdì 2 giugno alle ore 17.00 in palazzo dei Vicari per la consegna delle copie della Costituzione Italiana, punto cardine e inalienabile della nostra vita civile, affinché questa possa essere conosciuta e rispettata dalle giovani generazioni.

Pace, giustizia, libertà tra passato e presente. Una marcia che mette in cammino le speranze e i sogni di cento ragazzi, al loro diciottesimo anno di età nel 2017, lungo il camminamento pedonale tra Barberino e Tavarnelle. Un ricordo speciale dedicato alla memoria del parroco di Barbiana dall’allievo Mileno Fabbiani, a cinquant’anni dalla scomparsa di Don Lorenzo Milani, e un’occasione di confronto e riflessione con i sindaci Giacomo Trentanovi e David Baroncelli e il giornalista antimafia Paolo Borrometi. Sono alcune delle iniziative con le quali i Comuni di Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa celebreranno il settantunesimo anniversario della Repubblica Italiana il prossimo 2 giugno per affermare i valori della Costituzione Italiana attraverso la consegna ufficiale di una copia del documento ai ragazzi e alle ragazze nati nel 1999 nelle piazze dei due comuni. La giornata del 2 giugno si apre con una cerimonia in ricordo di Don Milani, in programma alle ore 9.30 in piazza Mazzini a Barberino Val ‘Elsa. Alle ore 10 inizierà la Marcia della Pace, della Giustizia e della Libertà lungo il camminamento pedonale tra Barberino e Tavarnelle e alle ore 11 i sindaci Trentanovi e Baroncelli consegneranno una copia della Costituzione a circa cento ragazzi residenti nei due comuni. Alla cerimonia interverranno il giornalista Paolo Borrometi e l’allievo di Don Milani Mileno Fabbiani, originario di Vicchio. Seguirà un pranzo per tutti i partecipanti al Circolo La Rampa di Tavarnelle.

Il programma di Prato si apre con la Santa Messa nella Cattedrale di Santo Stefano alle 9,30. In piazza del Duomo alle 10:30 si terrà l'esposizione e benedizione degli automezzi della Protezione Civile, della Croce Rossa italiana, dei Vigili del Fuoco, dell'associazione Autieri e delle associazioni di volontariato. Il corteo delle Autorità e delle associazioni si trasferirà, poi, in piazza delle Carceri, dove alle 11,30 si svolgerà l'alzabandiera in forma solenne: il Prefetto di Prato Rosalba Scialla leggerà il messaggio del Presidente della Repubblica. Al suo intervento seguiranno alcune letture e commenti dei brani della Costituzione a cura del presidente della Consulta provinciale degli studenti di Prato e di alcuni studenti delle scuole cittadine. Alle 12 sarà deposta in onore dei caduti la corona di alloro al Monumento. In seguito, il Prefetto consegnerà una medaglia d'Onore concessa "ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti" e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra. Sarà consegnata, inoltre, la tessera associativa "Maestri del Lavoro" agli insigniti di Stella al Merito 2017. Infine, alle 18 in piazza delle Carceri si terrà la cerimonia di ammainabandiera. 

Redazione Nove da Firenze